menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco il piano per far tornare a scuola gli studenti di Milano e della Lombardia

La Regione invierà una lettera al governo nelle prossime ore. Ecco le ipotesi avanzate

A Milano e in Lombardia si guarda oltre le vacanze di Natale e si pensa già al rientro in classe. E “per garantire sicurezza agli studenti della Lombardia, la ripresa delle lezioni in presenza dal 7 gennaio dovrà avvenire gradualmente - a partire dal 50% - per risolvere alcune criticità che potrebbero favorire una ripresa dei contagi”. È quanto verrà scritto nella lettera — firmata da Regione, Comuni capoluogo, Anci, Upl e ufficio scolastico regionale — che verrà inviata al governo.

Le idee che verranno messe nero su bianco nella missiva sono sostanzialmente due: rientro in aula del 50% degli studenti (ma con l’obiettivo di arrivare al 75% delle presenze) e scaglionamento di entrate e uscite degli alunni dagli edifici scolastici.

Il nodo dei trasporti pubblici

Sul fronte trasporti, l'assessore Terzi ha rimarcato che per garantire sicurezza sui mezzi di trasporto la percentuale dei passeggeri deve restare al 50%, sottolineando che "per 50% non si intende la metà dei posti a sedere, quanto invece la metà della capienza disponibile che include anche i posti in piedi".

Stando alle prime stime, ancora provvisorie, per garantire il necessario distanziamento sui mezzi di trasporto e il loro conseguente potenziamento sarebbero necessari fondi per 100 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento