Lunedì, 21 Giugno 2021
social

Anima e Vertigo: nuova apertura per Enrico Bartolini nell'hotel Milano Verticale

All’interno dell’hotel Milano Verticale | UNA Esperienze apre oggi il settimo ristorante fine dining dello chef che nel 2019 ha riportato nel capoluogo lombardo le tre stelle Michelin

Per identificare il suo nuovo progetto gastronomico, il settimo sul territorio nazionale e il secondo nel capoluogo meneghino, Enrico Bartolini ha scelto due nomi fortemente evocativi e ne ha affidato le cure allo chef Franco Aliberti. Anima, ristorante gourmet, e Vertigo, Osteria Contemporanea e Urban Garden Bar, si trovano al piano terreno del nuovissimo hotel 4* Superior Milano Verticale del Gruppo UNA, tra via De Cristoforis e via Rosales, nel moderno distretto Porta Nuova – Garibaldi – Corso Como.  

I due concept

In una lunga “stecca” che si sviluppa per ben 100 metri in lunghezza parallelamente a via Rosales e affacciata su un’oasi verde di 1.000 metri quadrati, Anima e Vertigo declinano in due concept differenti la cucina contemporanea, etica e sostenibile di Aliberti, che Bartolini ha voluto nel suo team come resident chef per questa nuova avventura milanese.

“Sono orgoglioso di poter aprire un nuovo ristorante a Milano e in una zona straordinaria e vivace, insieme a Franco Aliberti – spiega Bartolini – che è la mente del menu e porterà la sua visione sostenibile in una città che è molto attenta a questo tema, ma anche alla qualità dei servizi e al lusso.”

Il Bar con Urban Garden ha tutte le caratteristiche per affermarsi come locale di riferimento per l’estate, ormai vicina, e per tutti coloro che sono alla ricerca di un luogo elegante e confortevole dove trascorrere qualche ora di relax all’aria aperta: la zona erbosa, attrezzata con divani, coffee table, ombrelloni e comode sedute, è l’ideale per sorseggiare un aperitivo o un drink dopo cena (con dj set discreto e raffinato in sottofondo un paio di sere la settimana). La carta dei cocktail, creata con la consulenza di Mattia Pastori, annovera grandi classici della mixology e proposte inedite la cui esecuzione è delegata all’esperienza di Luca Ardito, ma anche una pregiata selezione di champagne e vini italiani.

La cucina

A curare il food pairing sarà la cucina di Vertigo Osteria Contemporanea: si potrà scegliere fra grandi salumi nazionali e altri golosi sfizi, perfetti per accompagnare l’aperitivo (dalle ostriche al caviale, rigorosamente italiani, dai calamaretti fritti a pane burro e acciughe).

Aperta a pranzo e cena sia per gli ospiti dell'hotel (a cui servirà anche le colazioni) sia per gli esterni, Vertigo dispone anche di un ampio dehors perfetto per una pausa pranzo veloce e gustosa o per il brunch della domenica. In carta, piatti iconici della tradizione italiana: dalla parmigiana di melanzane alla pasta fresca all’amatriciana, dagli spaghetti alle vongole al riso al salto, dalla tartare di fassona ai mondeghili, oltre che una piccola proposta di focacce e pizze gourmet e dolci fatti in casa. Il tutto con un servizio smart e informale e un menu che cambierà di frequente in base alla stagionalità dei prodotti e alla disponibilità degli ingredienti sempre freschissimi.

Infine, Anima, il ristorante fine dining che, come in tutti i ristoranti di Bartolini, avrà dieci tavoli gourmet, qui circondati dall’atmosfera elegante e raffinata curata dallo Studio Vudafieri Saverino: “Sono grandi professionisti – commenta Bartolini – hanno dato una forte personalità a questo luogo ispirandosi alla Milano del secondo del Novecento, quella di Gio Ponti, e questa milanesità dal mio punto di vista emerge in un modo molto moderno; di conseguenza anche i contenuti della cucina che ho condiviso con Franco lo saranno.” La sala, che comprende anche due salette private (una da sei posti adiacente alla cantina, e una da otto posti con vista su Porta Garibaldi), è assegnata al savoir faire internazionale di Davide Franco, mentre la gestione della cantina (a vista) al sommelier Giacomo Morlacchi.

La brigata

In cucina, Franco Aliberti sarà affiancato dalla sua “storica” brigata e la sostenibilità degli ingredienti (tema a lui molto caro) caratterizzerà la proposta dei piatti: “Questo progetto è una bellissima opportunità perché mi permette di lavorare con Enrico Bartolini e il suo team – spiega Aliberti – in più, qui ho portato con me tutta la brigata che mi segue da tempo. La filosofia è quella che mi contraddistingue da sempre ed è legata alla sostenibilità, non solo degli ingredienti, ma anche della filiera. Quindi la scelta sarà molto mirata e ricadrà su piccoli produttori che lavorano facendo attenzione all’ambiente e al benessere animale, seguiremo la stagionalità degli ortaggi e della frutta, ma anche dei pesci e di alcune tipologie di carni, cercheremo sempre di più di condividere questo messaggio con i nostri ospiti.”

Un’attenzione alla sostenibilità che riguarda non solo l’approvvigionamento delle materie prime, ma anche la loro preparazione: “La linea di cucina è pensata per evitare sprechi e contenere i consumi – continua Aliberti – ecco perché con Enrico abbiamo scelto di introdurre nella cucina di Anima un tipo di cottura sostenibile che purtroppo sta sparendo: la cottura alla brace. È stata disegnata e prodotta per noi, su nostro progetto, una griglia con una speciale cappa ad acqua che eviterà la dispersione di fuliggine. Tutta la parte dedicata alle tecnologie delle cucine è stata pensata e realizzata con un occhio molto attento al consumo energetico".

I percorsi di degustazione

Nel menu di Anima al momento due percorsi di degustazione: “Aliberti 2021” (in sette passaggi 150 euro, con la possibilità di optare anche per tre o quattro portate alla carta, rispettivamente a 90 e 110 euro) e “In Italia” (sei passaggi 125 euro).

Anima e Vertigo (Bar e Osteria Contemporanea) sono quindi due interpretazioni pensate per esprimere con gusto moderno e sostenibile il ricco patrimonio della tradizione italiana: “Gestire realtà differenti – conclude Aliberti – consente di sfruttare appieno la materia prima, nel senso che nulla andrà sprecato, ma ogni ingrediente verrà valorizzato al 100%.

Vertigo Osteria Contemporanea e Urban Garden Bar sono aperti tutti i giorni dalle 10,30 alle 23.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anima e Vertigo: nuova apertura per Enrico Bartolini nell'hotel Milano Verticale

MilanoToday è in caricamento