menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campari compie 160 anni: auguri all'aperitivo più famoso d'Italia

Si è tenuta giovedì 10 settembre la celebrazione del grande marchio di liquori, con una scultura di Rainaldi

Compie 160 anni Campari, il celebre brand italiano di liquori. La storica azienda celebra l'importante traguardo con una scultura di Oliviero Rainaldi, Infinito Campari, nella sede dell'azienda a Sesto San Giovanni alle porte di Milano, da dove il liquore rosso è diventato un bene di consumo globale.

Campari è diventata negli anni sinonimo di una grande storia imprenditoriale italiana, come ribadito da Bob Kunze-Concewitz, ceo di Campari, durante l'inaugurazione dell'opera.

La storia

La storia di Campari inizia da lontano, più precisamente da un piccolo bar di Novara, il Caffè dell'Amicizia, acquistato da Gaspare Campari nel 1860; è proprio qui che nasce la ricetta di Campari, rimasta invariata da allora. Pochi anni dopo, nel 1862, Gaspare Campari si trasferisce con l’azienda a Milano, aprendo il "Caffè Campari" in piazza Duomo. Nel retro bottega Gaspare allestisce un laboratorio in cui crea gli elisir che lo avrebbero reso famoso, primo fra tutti il Bitter all'uso d'Hollanda e successivamente il Cordiale.

Sarà il figlio Davide, nel 1915, ad aprire il Camparino, cedendoli pochi anni dopo e concentrando la produzione sul Campari e il Cordial, i prodotti con la maggior penetrazione di mercato. Campari entra in borsa nel 2001 e nel 2012 acquista l'81,4% di Lascelles de Mercado, un'azienda giamaicana produttrice di rum. L'operazione precede di pochi anni l'acquisizione della Fratelli Averna S.p.A, nel 2015.

Il 15 marzo 2016 è stato annunciato un accordo tra il Gruppo Campari e Societé des Produits Marnier Lapostolle per consentire al gruppo italiano il controllo del marchio Grand Marnier.

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento