Martedì, 26 Ottobre 2021
social

Come preparare il Poke

Tutti i segreti per preparare il piatto di origini hawaiane che fa impazzire tutti

Il Poke, o Poke Bowl, ha preso piede negli ultimi anni come piatto sfizioso per un pranzo veloce o per una cena esotica, grazie alla varietà degli ingredienti, tutti salutari e gustosi.

Che cos'è il Poke

Di che cosa si tratta esattamente? Il Poke è un piatto hawaiano ricco e completo servito all’interno di una ciotola (“bowl”) a base di riso, verdure e pesce crudo a cubetti (poke significa "tagliare a pezzi" in hawaiano) con aggiunta di olio, avocado, semi, e condimenti come la salsa di soia.

Il Poke nasce come piatto povero della cucina hawaiana, utilizzato dai pescatori per smaltire gli avanzi diciò che avevano pescato. Diffuso ormai in tutto il mondo, il Poke è un piatto estremamente salutare ma anche molto goloso che, generalmente, deve contenere un terzo di verdure, un terzo di proteine e un terzo di carboidrati per essere ben equilibrato.

Inoltre, mentre in Occidente il Poke viene condito al momento, nella ricetta tradizionale hawaiana tutti gli ingredienti vengono lasciati insaporire, come fosse una marinatura, prima del consumo.

Come preparare il Poke

Tradizionalmente, il Poke è un piatto a base di riso bianco e pesce crudo, accompagnati da verdure e diversi tipi di condimenti, come avocado, semi, aglio, cipolla, carote, olio di sesamo e salsa di soia, e servito in una ciotola.

Nonostante sia molto semplice, la preparazione del Poke richiede alcuni piccoli accorgimenti, come la scelta degli ingredienti, che devono essere freschi e di altissima qualità. Inoltre, le Poke Bowl sono anche altamente personalizzabili, permettendoti di scegliere in assoluta libertà gli ingredienti che la compongono. 

Ad esempio, nella ricetta tradizionale il pesce viene servito crudo, spellato, sventrato, deliscato e tagliato a cubetti, ma deve anche essere freschissimo e precedentemente abbattuto per scongiurare pericoli per la salute. In alternativa si può utilizzare il pesce cotto, sia fritto che alla piastra. È poi possibile sostituire il riso bianco (che ha un indice glicemico alto, aumentando il rischio di diabete di tipo 2) con cereali integrali come orzo o quinoa, come anche preparare un'alternativa priva di cereali, magari a base di spirali di zucchine, edamame o insalata di alghe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come preparare il Poke

MilanoToday è in caricamento