menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergency e il Comune di Milano insieme per la consegna a casa di beni alimentari e farmaci

L'iniziativa è destinata agli Over 65 e agli immunodepressi. Come richiedere assistenza

Emergency, associazione italiana indipendente e neutrale, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime di guerra e povertà, ha ripreso la propria collaborazione con il Comune di Milano per Milano Aiuta, il servizio per la consegna di beni di prima necessità alle persone anziane, immunodepresse e in stato di isolamento domiciliare. In un momento di emergenza sanitaria, l'accordo mira a fronteggiare la seconda ondata dell’emergenza Covid per limitare al minimo gli spostamenti delle persone più fragili.

L'attestato per l'Ambrogino d'Oro

Il servizio - che riceverà un attestato nell’ambito dei premi Ambrogino d’oro 2020 - durante la prima fase della pandemia ha consegnato - solo con Emergency - 100.000 mascherine agli abitanti delle case popolari, 60 tonnellate di cibo e beni di prima necessità a 3.000 nuclei familiari, con una media di 100 consegne al giorno e un totale di 400 volontari coinvolti. Dall’inizio del mese di novembre, Emergency, con i volontari delle Brigate Volontarie per l’emergenza, risponde alle richieste di consegna di beni alimentari, farmaci o altri beni di prima necessità per gli Over 65, le persone in quarantena o per le persone fragili a rischio movimento, che non riescono ad accedere ad altri servizi di consegna. Contemporaneamente è ripresa la consegna di altre 200.000 mascherine nelle case popolari, che terminerà nei prossimi giorni.

Come ricevere assistenza a casa

Un aiuto, quello dei volontari di Emergency e delle Brigate Volontarie, in questo momento fondamentale, dedicato proprio ai soggetti più a rischio in caso di contagio da Coronavirus e ai quali è stato raccomandato di rimanere a casa. Chiamando lo 020202 dal lunedì al sabato in orario 8-20, si può fare richiesta di spesa e farmaci a domicilio, di assistenza domiciliare, di accompagnamento e trasporto per visite e commissioni urgenti

I volontari si muovono in coppia e hanno un badge identificativo di riconoscimento. Tutti hanno ricevuto una specifica formazione per minimizzare il rischio di contagio per loro e per le persone assistite. I volontari non svolgeranno però servizi sanitari di alcun tipo.

Per informazioni è possibile consultare il sito del Comune di Milano nella pagina dedicata Milano Aiuta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento