menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata Nazionale del Parkinson, incontri virtuali con i medici del Besta

La Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico “Carlo Besta” partecipa all’iniziativa promossa da Fondazione Limpe per il Parkinson Onlus

Sabato 28 novembre la Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico “Carlo Besta” partecipa alla Giornata Nazionale Parkinson 2020promossa da Fondazione Limpe per il Parkinson Onlus, con il patrocinio dell’Accademia per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disordini del Movimento (Accademia LIMPE-DISMOV) e in collaborazione con la Confederazione Parkinson Italia, nel corso della quale si svolgeranno numerosi incontri virtuali, dando ancora una volta la possibilità ai pazienti, ai loro familiari, agli specialisti di condividere esperienze e confrontarsi.

L'assistenza durante il Covid

In particolare, dalle 9 alle 11, Roberto Eleopra e Roberto Cilia, direttore e neurologo dell’Unità Operativa Neurologia 1 - Malattia di Parkinson e disturbi del movimento dell’Istituto Besta, condivideranno l’esperienza portata avanti in questi mesi di pandemia grazie alle più recenti e moderne tecniche di presa in carico assistenziale mediante televisita e illustreranno la nuova terapia con ultrasuoni ad alto campo sotto-guida RMN (MRgFUS), che spesso riesce a interrompere sintomi invalidanti come il tremore.

«In questa fase pandemica, mettere a confronto, anche con incontri virtuali, le opinioni e i pareri di pazienti, dei loro familiari e di coloro che si prendono cura delle persone con Parkinson con noi esperti è davvero importante» dice il Direttore Eleopra. «Sin dai mesi scorsi abbiamo aderito all’importante progetto ParkinsonCare per cercare di garantire a tutti i pazienti Parkinsoniani, anche coloro che non possono recarsi presso il proprio neurologo di riferimento, il necessario supporto anche a domicilio. In questa fase pandemica, infatti, nei pazienti affetti da malattia croniche, e in particolare nei soggetti con malattia di Parkinson, si è osservato un peggioramento generale delle condizioni cliniche, dovuto in parte alla ridotta mobilizzazione ma, soprattutto, a una difficoltà di accesso alle cure. Le nuove modalità di assistenza con case-manager, teleconsulto o televisita hanno permesso di sperimentare nuove modalità di presa in carico dei bisogni assistenziali, con la possibilità di ipotizzare, anche in futuro, nuove forme assistenziali per una presa in carico sempre migliore».

Tutte le informazioni e le modalità di registrazione per partecipare agli incontri virtuali in calendario per la Giornata Nazionale Parkinson 2020 sono disponibili sul sito dedicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento