← Tutte le segnalazioni

Eventi

La Madonna Esterhazy di Raffaello a Palazzo Marino

In programma, per le festività natalizie, un altro appuntamento nel già fittissimo calendario culturale della Milano pre Expo.

Da mercoledì 3 dicembre fino a domenica 11 gennaio 2015 sarà possibile ammirare nella sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, la Madonna Esterházy di Raffaello.

Il dipinto, proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépművészeti Múzeum), rappresenta la Madonna a figura intera che sostiene il Bambino appoggiato su una roccia. Questo si sporge verso San Giovanni, ritratto, nella parte inferiore sinistra del dipinto, fanciullo e nell'atto di decifrare un cartiglio.

L'opera, la cui composizione si ispira a Leonardo, conosciuto e studiato con attenzione da Raffaello, segna la conclusione del periodo di Sanzio a Firenze, prima di essere chiamato a Roma per volontà di papa Giulio II. Le rovine del Foro Romano, che si intravedono sullo sfondo, hanno fatto avvallare l'ipotesi che siano state aggiunte durante la trasferta nella Capitale, data la precisione che ne testimonia una conoscenza diretta.

L'iniziativa è promossa dal Comune di Milano, Intesa Sanpaolo e la Rinascente ed è realizzata da Palazzo Reale e dal Museo delle Belle Arti di Budapest in collaborazione con le Gallerie dʼItalia di Piazza Scala, curata da Stefano Zuffi e organizzata con la collaborazione di Arthemisia Group.

L'ingresso alla Sala Alessi sarà gratuito, così come le visite guidate alla mostra. I visitatori saranno ammessi in gruppi, accolti dagli storici dell'arte di Civita. Le scuole potranno prenotare la visita guidata al numero 800 167619.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento