Settimana della Cultura d'Impresa, come far rinascere il Paese

Dal 5 al 20 novembre una maratona digitale sulla storia e cultura d’impresa

Anche quest’anno Museimpresa - Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa, nata su iniziativa di Assolombarda e Confindustria - partecipa alla Settimana della Cultura d’Impresa. La rassegna di eventi promossa in collaborazione con Confindustria è giunta alla sua XIX edizione, quest’anno completamente virtuale. Dal 5 al 20 novembre 2020 un articolato programma di eventi digitali approfondirà i temi relativi alla cultura d’impresa.

La cultura imprenditoriale per la rinascita del Paese è il tema al centro di questa edizione, con l’obiettivo di riportare l’attenzione sul ruolo dell’impresa e dell’imprenditore, intesi come motori di innovazione, creatori di ricchezza, propulsori di benessere e coesione sociale.

Tra imprese e territori si generano interazioni virtuose, che si saldano indissolubilmente nel tempo, da un punto di vista economico, sociale e culturale. Mai come quest’anno il compito affidato alle aziende e ai loro musei e archivi di promuovere la cultura d’impresa assume un’importanza cruciale per ribadire che si può e si deve ripartire mettendo al centro l’impresa con la sua capacità di costruire visioni, di innovare e reinventarsi, di essere soggetto cardine di comunità.

La capacità di resilienza

Ciò che caratterizza l’Italia è la capacità di resilienza, che vale molto più che per altre nazioni. Basti pensare a tutti i fatti che hanno caratterizzato gli ultimi novant’anni della storia del nostro Paese: dalla grande depressione del 1929 ai due conflitti mondiali, dagli anni del terrorismo a quelli della stagione di Mani Pulite fino alla più recente grande recessione del 2008. Da tutto questo l’Italia si è ripresa e ricostruita, lentamente e faticosamente” afferma Antonio Calabrò, Presidente di Museimpresa. “Dal passato e dalla conservazione della memoria - custodita anche grazie all’impegno delle imprese italiane e dei loro archivi e musei - dobbiamo cogliere le chiavi per superare questa ennesima sfida contemporanea avendo ben presente che non si può essere resilienti senza innovare e viceversa è impensabile essere innovativi senza essere resilienti nei periodi di crisi e di difficoltà”.

Come una vera e propria maratona digitale, questa diciannovesima edizione include convegni in diretta streaming, webinar, visite guidate, tour e mostre virtuali che racconteranno ai visitatori l’immenso patrimonio culturale custodito all’interno dei musei e degli archivi di grandi, medie e piccole imprese italiane.

Le iniziative virtuali

Sono oltre settanta le iniziative virtuali che coinvolgono gli associati a Museimpresa. Da Ivrea a Verona, da Treviso a Perugia, da Firenze a Biella, Napoli e Fabriano sono molteplici le città, oltre alle capitali industriali come Milano e Torino, dove la comunità e le imprese si riconoscono in uno stesso progetto comune. 

Il primo evento nazionale della XIX Settimana della Cultura d’Impresa si tiene online lunedì 9 novembre alle ore 17.30. L’incontro organizzato da Confindustria e Museimpresa è dedicato al tema portante della Settimana della Cultura d’Impresa: CAPITALE ITALIA. La cultura imprenditoriale per la rinascita del Paese, e prevede la partecipazione del Presidente di Confindustria Carlo Bonomi, la Vice Presidente per l’Ambiente, la Sostenibilità e la Cultura Confindustria Maria Cristina Piovesana, il Presidente di Museimpresa Antonio Calabrò e il Presidente del Gruppo Tecnico Cultura Confindustria Antonio Alunni.

Il programma dettagliato di tutte le iniziative è disponibile sul sito di Museimpresa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento