The Fork, per asporto e delivery si chiamano direttamente i ristoranti dal sito o dall'app

I ristoranti possono fare richiesta per essere inseriti gratuitamente

In un momento storico estremamente delicato, in cui l'Italia è divisa in zone gialle, arancioni e rosse a seconda della diffusione del coronavirus, TheFork risponde prontamente alla chiusura comunicando ai clienti la possibilità di chiamare direttamente i loro ristoranti preferiti che effettuano delivery e take away. La prenotazione può avvenire sia dall'app che dal sito.

I Ristoranti

Questo servizio è offerto gratuitamente a tutti i ristoranti Partner della piattaforma: sono poi i ristoratori stessi che si occupano di ordini e consegne. I clienti potranno facilmente contattare telefonicamente chi offre questa possibilità, grazie ad apposite campagne di marketing. L'intera selezione e ordine dei piatti avverrà tramite TheFork.

I ristoranti che ne faranno richiesta potranno vedere i propri recapiti inseriti sulle pagine dell'app. Il servizio è disponibile in tutta Italia.

Come prenotare

Come riporta il blog TheFork ''Se hai prenotato un ristorante per un pranzo tra il 6 novembre e il 3 dicembre, riceverai a breve una mail di cancellazione della prenotazione. Gli Yums spesi per prenotare un ristorante in questo periodo verranno nuovamente caricati sulla tua area fedeltà. Se hai degli Yums in scadenza a novembre, la loro validità sarà prolungata fino a fine dicembre''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento