rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
publisher partner

Una carta per accedere gratuitamente ai musei per un anno: il regalo perfetto per gli amanti della cultura

Tre diversi abbonamenti per accedere ai siti culturali di Lombardia, Val d’Aosta e Piemonte

L’inizio dell’inverno si avvicina e come sempre, in questo periodo dell’anno, nell’aria si comincia a respirare l’atmosfera magica del Natale. Ecco allora che la nostra immaginazione – accesa dalle decorazioni luminose sparse per le vie delle nostre città – comincia a volare verso paesaggi innevati, in cerca di serenità.

Poi, però, veniamo subito richiamati alla realtà: Natale, infatti, è anche quel momento in cui dobbiamo pensare a un regalo speciale per i nostri amici, per i nostri parenti, per le persone a noi più care.

Una carta per gli amanti della cultura

Se nella nostra cerchia di amici e parenti c’è un amante della cultura, difficile pensare a un regalo migliore di Abbonamento Musei, la carta che consente di visitare gratuitamente, per tutto l’anno, musei, collezioni, mostre, palazzi storici, giardini e siti culturali in Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

22737108_M

La carta Formula Extra, valida per 365 giorni a partire dall’acquisto, consente l’ingresso in ben 480 siti culturali nelle tre regioni del Nord Italia sopra citate. Oltre a questa formula, inoltre, è possibile acquistare la carta valida solo per Lombardia e Val D’Aosta o per Piemonte e Val d’Aosta.

La valorizzazione del Territorio

Un’iniziativa importante a sostegno della cultura, insomma, lanciata da una realtà – l’Associazione Abbonamento Musei – nata nel lontano 1995, proprio con lo scopo di gestire e promuovere l’offerta culturale del territorio e l’accessibilità ai siti artistici.

Con la carta speciale Abbonamento Musei, infatti, l’associazione si propone di dare una risposta concreta alla domanda di cultura dei cittadini di Piemonte, Lombardia e Val D’Aosta e, al tempo stesso, di dare visibilità e valore al patrimonio artistico e culturale di queste tre regioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento