digital-transformation

E-commerce, quale futuro dopo il boom registrato nel 2020?

Sono sempre di più gli italiani che fanno acquisti online, sia da grandi shop che da piccoli negozi sul web

La pandemia da coronavirus ha costretto numerosi paesi ad intervenire con lockdown diffusi, per limitare la propagazione del contagio. In una situazione mai vissuta prima, le attività commerciali hanno dovuto rivedere in gran parte il loro business, orientandosi (ancora) di più al digital.

Secondo i numeri forniti dall’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, nel giro di pochi mesi dal primo lockdown la penetrazione dello shopping su Internet sul fatturato retail è aumentata di 2 punti percentuali.
Nel 2020 il volume di affari è stato infatti di circa 22 miliardi e 700 milioni di euro, un dato in aumento di oltre il 25%. Gli acquisti online stanno ormai entrando a far parte delle abitudini di spesa degli italiani, tanto che anche i retailer più scettici nei confronti del web hanno iniziato ad impostare strategie omnicanale a supporto dell'e-commerce.

Un boom che coinvolge i colossi dell'e-commerce (e non solo)

Sono numeri costantemente in crescita, quelli dell'e-commerce in Italia. A fine 2020 il 36% degli italiani è stato coinvolto in acquisti online: un'ulteriore riprova che le vendite sul web hanno assunto, e continuano a farlo, un ruolo sempre più centrale nel settore.

In questo scenario di mutamento non poteva non giocare un ruolo fondamentale Amazon, che ha visto un incremento generale delle vendite, registrando tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021 un aumento del 40% del fatturato.
Di questo nuovo e inaspettato boom, però, non ne hanno beneficiato solo i colossi dell’e-commerce, ma anche molti negozi legati al commercio di prossimità, che in occasione del lockdown hanno creato online delle vetrine virtuali per poter continuare a vendere.
Una scelta, sicuramente coraggiosa e legata all'emergenza, che però, senza una strategia a lungo termine, rischia di non apportare al business locale il beneficio di cui potrebbe godere se supportato da azioni sinergiche di marketing.

Un futuro ancora da costruire

Sì, perché per cogliere appieno le opportunità del boom del commercio online e intercettare le esigenze del mercato, occorre programmare bene il futuro servendosi di piattaforme ben strutturate e affidarsi necessariamente a professionisti del settore, in grado di pianificare attività di comunicazione e digital marketing e di ottenere risultati anche nel medio e lungo termine.

Il segreto per il successo di un e-commerce, infatti, consiste nella capacità di mettere a disposizione del cliente ciò di cui ha bisogno ancora prima che egli avverta l’esigenza di comprarlo. In questo senso, le offerte personalizzate sono la chiave di volta, che permettono ai business di diversificarsi ed essere competitivi sul mercato. Ecco che allora le tecnologie di machine learning e di Intelligenza Artificiale si dimostrano un valido alleato per sviluppare esperienze di acquisto costruite su misura, in grado di adattarsi alle reali esigenze del consumatore e di creare un rapporto di fiducia tra cliente e venditore.

Le tecnologie al servizio dell'e-commerce

Tra le tecnologie in grado di favorire concretamente la crescita del commercio elettronico c’è sicuramente la realtà aumentata, che acquisirà grande importanza dal punto di vista della customer experience. Nel settore dell’arredamento, per esempio, la potenzialità di questo strumento, che permette di sovrapporre elementi digitali al mondo reale, mostra la sua utilità quando occorre “immaginare” la disposizione di un nuovo mobile in casa (lo fa l'app Ikea Place, che consente di vedere in anticipo la resa di un nuovo arredamento nei propri spazi domestici o nei nostri uffici).

Le piattaforme per creare un sito e-commerce

Tra le piattaforme e-commerce presenti sul mercato che offrono le migliori garanzie c’è PrestaShop, una delle più utilizzate e performanti nel web.
PrestaShop è un CMS open source utilizzato per realizzare siti di commercio elettronico. Nato nel 2007, a differenza dei CMS più "generici" diffusi all'epoca della sua prima release, PrestaShop è interamente pensato per la gestione dell'e-commerce e per lo sviluppo della propria attività online.
La piattaforma consente un'esperienza di vendita ottimale: una soluzione completa, innovativa ed efficace che permette di creare un negozio online e sviluppare l’attività, organizzare i prodotti e gli ordini, curare la relazione con i clienti e monitorare le statistiche. Tutto con un occhio di riguardo per la visualizzazione delle vetrine sui dispositivi mobili.

I servizi di COMMED I A per l'e-commerce

COMMED I A, azienda con una lunga esperienza nella realizzazione di siti e-commerce, è Bronze PrestaShop Partner. Al team di sviluppo di COMMED I A si affianca quello di esperti in web marketing, che si occupano del lancio e dell’implementazione di piani di comunicazione per il raggiungimento dell’obiettivo finale: ottenere contatti e vendite.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • E-commerce, quale futuro dopo il boom registrato nel 2020?

Torna su
MilanoToday è in caricamento