rotate-mobile
Digital transformation

Digital trend 2022, tutto quello che succederà nel nuovo anno

Dall'esplosione dei contenuti all'attenzione dei consumatori verso i valori dei brand: tutti i trend da tenere d'occhio nel nuovo anno

Il 2021 è ormai volto al termine, e l'anno nuovo promette un progressivo consolidarsi di quei cambiamenti in ambito digital che, anche a causa della pandemia, hanno caratterizzato l'ultimo periodo.

Alcuni esempi? La diffusione massiccia dello smart working, con la conseguente diffusione di piattaforme per riunioni da remoto, e la crescita esponenziale dell'e-commerce, segno tangibile del cambiamenti digitali anche nel comportamento dei consumatori.

Ecco, allora, tutti i trend da monitorare in questo nuovo anno.

Dove fare smart working a Milano (e differenze con il telelavoro)

1. Content is (mai come ora) the king

Ebbene sì, in un momento storico in cui è il digital a farla da padrone, nei settori più trasversali, avere un buon contenuto è il primo passo per una strategia di marketing efficace. Tradotto: se il troppo stroppia, una buona comunicazione deve tenere conto in egual misura sia della quantità che della qualità di ciò che viene pubblicato.

Ben venga, quindi, una pianificazione di pubblicazioni sui social o su siti e blog aziendali, evitando di fare push, ma al tempo stesso cercando di dare una regolarità alle pubblicazioni (puntando, per esempio, a 3 o 4 post alla settimana, se si tratta di brand B2C).

In questo senso, è utile tenere a mente il paradigma EAT, ovvero Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness. Oppure, per dirla in italiano, Esperienza, Autorevolezza, Affidabilità: è questo che significa Google EAT, il sistema con cui il motore di ricerca invita i propri quality raters a valutare i contenuti presenti sul Web.

2. SEO e Semantica per una maggiore pertinenza

A proposito di contenuto, anche la SEO, sempre più basata sulle entità, segna un cambiamento epocale rispetto alle ottimizzazioni basate su parole chiave degli anni passati.

Sì, perchè Google sta migliorando la comprensione dell’intento dell’utente grazie al suo Knowledge Graph, il che si traduce in una maggiore attenzione a concetti e idee, che un buon professionista deve essere in grado di trasformare in dati strutturati per popolare il Knowledge Graph di Google.

Ottimizzazione SEO e content marketing: le strategie per farsi trovare sul web

3. Viva l'esperienza

Uno dei trend che continuerà a crescere nel nuovo anno sarà l'attenzione degli utenti verso quei brand che promettono di vivere un'esperienza in chiave digitale. No, quindi, a messaggi autoreferenziali, mentre vengono premiate le interazioni autentiche e customizzate, anche se si tratta di bot.

Nel suo recente sondaggio State of the Connected Customer, Salesforce ha infatti rilevato che l’80% degli utenti ritiene che l’esperienza di interazione che hanno con un’azienda sia importante tanto quanto i prodotti e i servizi che essa offre.

Facebook ha cambiato identità: ora è "Meta"

4. L'Intelligent Automation al servizio degli utenti

Con l'esplosione del digital negli ultimi anni, il numero dei contenuti prodotti e delle interazioni con gli utenti è aumentato a dismisura. In questo senso, il Machine Learning e il Robotic Process Automation (RPA) si stanno affacciando nei flussi di lavoro SEO e di digital marketing.

I professionisti SEO, finalmente, possono iniziare a non preoccuparsi più di dover prendere ogni singola decisione, consentendo alle macchine non solo di poter agire in qualsiasi tipo di scenario pre-programmato, ma di conoscere profondamente ogni utente, agendo in tempo reale quando egli è più ricettivo a ricevere messaggi e offerte personalizzate.

5. Una nuova attenzione alla sostenibilità

Infine, la pandemia e le difficoltà di approvvigionamento durante i lockdown hanno aumentato l'attenzione dei consumatori alla sostenibilità e alle imprese locali.

Mentre il “rapporto qualità-prezzo” è stato il principale driver di acquisto per i consumatori intervistati da KPMG alla fine del 2020, Ernst e Young ha rivelato più recentemente che quasi il 70% dei consumatori crede che i brand debbano cambiare positivamente il mondo.

Ciò è particolarmente importante per i Millennial, che cercano sempre di più brand portatori di valori in linea con i propri. Ecco che allora, compito degli uffici marketing e della produzione è garantire che i valori del brand siano comunicati in modo chiaro.

Un futuro di cui fidarsi

In un mondo profondamente cambiato, in cui il COVID-19 ha spinto la forza lavoro in massa fuori dall’ufficio, stiamo imparando a risolvere rapidamente i problemi, superando - spesso per necessità - le barriere tecnologiche e interpersonali che avevano rallentato l’adozione del lavoro da remoto.

In un futuro il cui passo è ormai tracciato, i leader e i professionisti del marketing digitale dovranno sempre più essere in focus su tante tematiche diverse: dalla gestione delle persone da remoto all'utilizzo dei nuovi strumenti di lavoro e reportistica, fino allo studio costante di Google e, non per ultimo, dei reali desideri degli utenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digital trend 2022, tutto quello che succederà nel nuovo anno

MilanoToday è in caricamento