"Biciclettiamo lungo il Lambro": lungo uno dei fiumi più inquinati d’Italia

Una passeggiata di 15 km da Milano a Monza costeggiando il fiume Lambro per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'annoso problema dell'inquinamento dei fiumi

Il Lambro

Il fiume Lambro è noto alle cronache per essere uno dei fiumi più inquinati d’Italia. Il suo bacino, unitamente a quelli dell’Olona e del Seveso, nell’ottobre 1987 è stato dichiarato "area ad alto rischio ambientale".

Ad oggi nulla è cambiato per Lambro e L’Olona che vengono ancora trattati come delle vere e proprie discariche. Lo scorso 6 giugno Legambiente ha reso noto un documento sullo stato ecologico proprio dell’Olona. Scrive l’Associazione ambientalista: «Lo stato ecologico dell'Olona dopo tanti sforzi e risorse economiche spese rimane tristemente ancorato alle parole "scadente/pessimo". I dati di ARPA Lombardia fotografano una situazione di stabilità al ribasso nel triennio 2009-2011: anche con l'entrata a regime dell'ultimo depuratore di Gornate Olona la situazione non tende a migliorare».

Per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante problematica, Legambiente in collaborazione con il comune di Milano e all’Ersaf (Ente Regionale Per i Servizi all’Agricoltura e alla Foreste) ha organizzato per sabato 29 giugno l’evento “Biciclettiamo lungo il Lambro: da Milano a Monza per scoprire scorci naturali in una delle zone più urbanizzate d’Europa”. Una passeggiata di 15 chilometri da Milano a Monza costeggiando il fiume: si parte da Crescenzago e si passerà per il Parco Adriano e il quartiere Marelli per poi entrare nel Parco Media Valle Lambro fino a raggiungere la Cassinazza di Monza e la stazione.

Il giro si concluderà con una visita all'Oasi di Legambiente in Piazza Castello a Monza. Durante tutto il percorso si potranno ammirare scorci inediti e si potrà riscoprire quel rapporto con il fiume che, purtroppo, negli anni si è perso a causa di uno sviluppo industriale rapido e senza regole che proprio in questa zona ha la sua massima espansione. Il Lambro, come l’Olona, è quello che ha pagato di più da questo sviluppo industriale, diventando una vera e propria pattumiera. È tempo che tornino ad essere dei fiumi.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento