Legnano, parco Castello: realizzato un edificio con materiali di recupero

Realizzato dagli studenti del corso di laurea in Architettura Ambientale del Politecnico di Milano, questo piccolo edificio è interamente ecosostenibile

© AlfaLancia

L’architettura al servizio dell’ambiente. Gli studenti del corso di laurea in Architettura Ambientale del Politecnico di Milano realizzeranno, nella settimana tra il 24 e il 28 giugno, nel Parco del Castello a Legnano, polmone verde della cittadina, un piccolo punto informazioni adibito anche ad ufficio/deposito per le guardie ecologiche. Un edificio però molto particolare: il tutto, infatti, verrà realizzato utilizzando, per quanto possibile, materiali di recupero. Cartoni, confezioni di succhi di frutta vuoti, gomme di auto, paglia, tetrapak e persino il graticcio del Teatro di Legnano: questi saranno i materiali che maggiormente verranno impiegati. Questo modulo edilizio, ideato e costruito da circa 50 studenti, 3 docenti del politecnico 6 architetti professionisti e 1 artista di caratura internazionale, sarà installato vicino ad una costruzione preesistente (un deposito e punto prelievo acqua) che, per l'occasione, verrà riqualificata. Un vero e proprio edificio ecosostenibile.


 

Tale progetto è il risultato finale di un workshop di una settimana degli studenti del Laboratorio di Costruzione dell’Architettura I tenuto dai professori Alessandro Rogora, Maria Fianchini e Lavinia Tagliabue. Il funzionamento dell’ufficio verrà monitorato per circa 18 mesi per verificare tutte le prestazioni possibili di tali edifici. In particolare verrà definito il funzionamento energetico, il costo ambientale complessivo delle soluzioni utilizzate e le soluzioni edilizie ed impiantistiche necessarie per la completa autosufficienza energetica del modulo.


 

A settembre il modulo verrà presentato alla popolazione attraverso anche la realizzazione di un breve documentario sul progetto e verrà istituita una tavola rotonda che affronterà il tema della sostenibilità ambientale di tale progetto. Se l'esperienza dovesse risultare positiva verrà riproposta nei prossimi anni, attraverso la realizzazione, da parte sempre degli studenti di architettura, di altre strutture simili.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento