Case popolari e superbonus 110%, i consiglieri della Lombardia invitano Aler a fruirne

Il bonus è pensato anche per gli enti che possiedono case di edilizia residenziale pubblica

Foto Pixabay

Il superbonus del 110% previsto dal Decreto Rilancio verrà molto probabilmente usato anche dalle Aler lombarde per lavori edili sul patrimonio di case popolari. E il senso di una mozione presentata in aula del consiglio regionale da Nicola Di Marco del Movimento 5 Stelle, approvata all'unanimità dai politici lombardi.

Il Decreto Rilancio concede un bonus del 110% (che equivale a uno sconto totale da parte dell'impresa edile oppure a farsi rimborsare successivamente dallo Stato) per lavori ben determinati, che incidano sul risparmio energetico facendo avanzare l'edificio di almeno due classi. Il Decreto prevede esplicitamente che il bonus possa essere fruito anche dagli enti proprietari di case popolari in Italia. Tra cui, appunto, le Aler in Regione Lombardia.

Tra le opere che saranno realizzabili con l'ecobonus il cappotto termico e il rifacimento degli impianti di riscaldamento, così come l'installazione dei pannelli solari. «La Regione Lombardia potrà tornare ad occuparsi dei problemi concreti delle famiglie che vivono negli alloggi popolari. Purtroppo, negli ultimi anni, il diritto alla casa in Lombardia è stato spesso penalizzato da un cronico sottofinanziamento, condannando decine di quartieri al degrado ed ai più disparati disagi», dichiara Di Marco.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Stabilita data di riapertura asilo nido in Lombardia: 1 settembre 2020

  • Un murales che ricorda Ennio Morricone a Buccinasco (Milano)

  • Bonus vacanza, superato il milione di sconti: ci sono delle regioni dove è più facile usarlo

  • Start-up innovative e imprese culturali lombarde: dalla Regione 10,4 mln per la ripartenza

Torna su
MilanoToday è in caricamento