menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter, Andreolli: "Porto dentro di me sempre un ricordo di Giacinto Facchetti"

"Un sogno riconquistare questa squadra. E' da quando sono andato via 7 anni fa che il mio vero obiettivo era quello di tornare all'Inter, nel ricordo di Facchetti"

La conferenza stampa di presentazione di Marco Andreolli, con la sua nuova maglia numero 6, nella sala stampa di Pinzolo, al fianco del nuovo compagno Hugo Campagnaro e del direttore sportivo Piero Ausilio, si apre con il ricordo del suo passato nerazzurro: "Il ritorno qui è davvero un ritorno a casa, ricordo il giorno in cui ho lasciato il ritiro di Brunico 7 anni fa, fu uno dei giorni più tristi della mia carriera perchè lasciavo un ambiente straordinario, dove sono cresciuto.

Ritornare adesso dopo anni passati in giro a migliorarmi e crescere, sia sul campo che come persona, per me è un orgoglio incredibile: sono felicissimo di essere tornato. Io porto dentro di me sempre un ricordo straordinario di Giacinto Facchetti come persona, quando ero giovane all'Inter e mi affacciavo alla prima squadra lui fu una delle prime persone che mi dava consigli, mi veniva vicino per cercare di aiutarmi, quando parlava toccava sempre i tasti giusti. Ricordo con tantissimo affetto i suoi consigli ed essere tornato qui è motivo di orgoglio.

Non ho mai archiviato l'Inter nella mia testa, come ho detto quando lasciai il ritiro tanti anni fa dentro di me era rimasta la volontà di far di tutto per migliorare e avere la possibilità un domani di riconquistare questa maglia. Ho passato anche momenti difficili, come tutti i calciatori, quello che mi ha dato la forza per non mollare era proprio questo: un giorno poter riconquistare questa maglia. Adesso sono contento di essere tornato qua".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento