Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

L'Olimpia rifila 23 punti a Bologna

I ragazzi di coach Banchi hanno letteralmente asfaltato Bologna. 81-58, il risultato dopo quaranta minuti di gioco sul parquet

Un'immagine della partita (foto Ea7)

Alessandro Gentile dà il cambio di ritmo all’inizio del secondo quarto, segna otto punti consecutivi. La Virtus, eccellente nel primo quarto con la coppia White-Ray ma anche Gaddy, cede. L’Olimpia non concede canestri dal campo per tutto il periodo e dal meno due dilaga a più 13 quando il Capitano viene appoggiato anche da una sfuriata di MarShon Brooks. L’americano si scatena poi nel terzo quarto in cui produce 13 punti e uccide la partita. L’Olimpia vince l’ottava di fila in campionato, la quarta in trasferta, la nona in assoluto e chiude su una nota molto alta il suo 2014. Ma non ci sono pause perché l’Eurolega chiama. 81-58 il finale

IL PRIMO TEMPO – Bologna parte molto ispirata al tiro con Allan Ray che segna subito otto punti (10 nel primo quarto) e prende in mano la partita per la Virtus anche se l’Olimpia mette la testa avanti un paio di circostanze. MarShon Brooks è il più in ritmo al tiro, segna otto punti nel primo quarto, e sostiene la potenza di Samuels dentro l’area. Segnano da tre anche Melli e Moss, ma Nick commette due falli rapidi, Ragland ha un problema alla mano sinistra e deve andare in panchina presto. Un jump lungo di Gilchrist chiude il primo periodo con il vantaggio 23-21 della Virtus. L’Olimpia alza i giri del motore in difesa, assume il controllo dei rimbalzi e parte con un 7-0 nel secondo quarto che costringe coach Valli a chiamare time-out con Gentile che mette la tripla e chiude in transizione appoggiando al tabellone. Ma anche dopo l’interruzione, l’EA7 insiste. Gentile continua il suo show, Cerella ruba un pallone in difesa e poi mette una triple e scava il 34-23 che costringe Valli ad un secondo time-out. Al rientro Cerella chiude un contropiede, fa 2+1 ed è 17-0 Olimpia prima che White dalla lunetta rompa il ghiaccio per Bologna dopo quasi sette minuti di digiuno. Sul +15, 41-26, l’attacco s’inceppa un attimo e la Virtus che va a ripetizione in lunetta ne approfitta (Jeremy Hazell fa 3/3 su un fallo chiamato a Moss). Bologna segna 10 punti nel secondo periodo, tutti su tiro libero, si riporta a meno 10 ma Brooks con una tripla allo scadere ripristina 13 punti di margine, 46-33.

IL SECONDO TEMPO - Bologna trova un 2+1 di classe di Allan Ray che la tiene in partita ma solo fino a quando MarShon Brooks (cui annullano anche una tripla in fade-away per una misteriosa infrazione di passi) non mette due triple conseutive e genera il massimo vantaggio sul 60-42 con due minuti da giocare nel terzo periodo. Bologna chiama time-out ma alla fine del terzo con un’altra tripla di Brooks, l’EA7 vola sul +19, 66-47. L’Olimpia si ferma un po’ all’inizio del quarto periodo, un paio di conclusioni sno sfortunate, ma James stoppa due volte conseutivamente Gilchrist, Melli mette un grande tap-in (notevole il suo quarto quarto prima di commettere il quinto fallo) e il vantaggio resta attorno ai venti punti (fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Olimpia rifila 23 punti a Bologna

MilanoToday è in caricamento