Sport

Derby: Cantù piega l'Olimpia

I biancorossi sono stati puniti dai tiri da tre dell'attacco canturino. Dopo quaranta minuti di gioco il risultato finale è un amaro 87-72

L'Olimpia è stata battuta da Cant§ (foto Ea7)

Il tiro da tre di Cantù punisce la difesa dell’Olimpia che a sua volta ha molto da troppi pochi uomini, visto che all’assenza di Samardo Samuels si aggiunge anche quella di David Moss. Sul 28-23 l’EA7 sembra in grado di giocare una partita importante, ma lì sul canestro da quattro di Aradori perde il vantaggio, l’inerzia della gara e progressivamente scivola giù nonostante qualche sussulto. Gentile e Langford si caricano la squadra sulle spalle, in attacco non è disprezzabile il primo tempo di Jerrells e Lawal si è fatto sentire con i suoi balzi. Ma solo quattro uomini vanno a referto e l’87-72 conclusivo è una punizione durissima.

IL PRIMO TEMPO - Cantù usa le sue armi nel tiro da fuori, Leunen segna tre triple prima di sbagliarne una, ma l’Olimpia attacca la partita con coraggio. Il primo quarto di Gentile (9) è spettacolare, Langford segna otto punti ma gli fischiano il secondo fallo in attacco e deve uscire dal campo. Milano regge e un tap-in di Gentile firma il pareggio a quota 23 dopo diversi cambi nella guida della gara. Il capitano segna 12 punti per il 26-23 Olimpia quando fa il primo passaggio in panchina dopo 11 minuti in campo. Il vantaggio sale a quota 5 dopo due tiri liberi di Jerrells. Aradori completa un gioco da quattro punti sul terzo fallo di Cerella che riporta Cantù a meno 1. Qui s’inceppa l’attacco e Cantù prende ritmo: segnano Ragland e Leunen da tre, Cusin e Uter da sotto e il parziale di 16-4 vale il 39-32 per la squadra di casa. Al riposo, con Langford a quota 11, Cantù è avanti 41-35 tirando con il 53% da tre (otto triple a segno).

Il SECONDO TEMPO - Cantù prova a fuggire con due triple che inaugurano il terzo quarto (Ragland e Jenkins). Langford risponde, cosi fa Jerrells, Lawal si fa sentire sotto il tabellone offensivo. Il massimo vantaggio di Cantù si verifica sul 53-42. Il parziale successivo e’ di 12-4 quando l’Olimpia torna a meno tre. Qui Stefano Gentile e Ragland segnano da tre in due possessi consecutivi, poi Uter. In un attimo Cantù torna a +11 e in una serata di grande ispirazione al tiro allunga sul +14, 75-61 a sei minuti dalla sirena. L’Olimpia prende tanti tiri aperti ma non trova mai il canestro da fuori mentre dall’altra parte Rullo segna 6 punti di fila e dilata la fuga di Cantù anche sul +17 del 78-61. L’Olimpia prova a restare agganciata alla gara, segna da tre Gentile, segna Lawal ma è troppo distante la squadra di casa per una rimonta vera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby: Cantù piega l'Olimpia

MilanoToday è in caricamento