Sport

L'Olimpia vola: "demolita" Pesaro

I ragazzi di coach Banchi hanno rifilato trentuno punti a Pesaro nella partita di lunedì 31 marzo. I biancorossi mettono a referto l'ennesima vittoria

Una immagine della partita (foto Ea7)

Impiega tre minuti l’Olimpia per mettersi a posto e mettere la testa dentro la partita. Dopo il 2-8 assume il controllo della gara e veleggia sicura verso la vittoria consecutiva numero 14 che le permette di ristabilire le distanza sulle seconde in classifica. Coach Luca Banchi usa un quintetto atipico, rimette in ritmo al tiro Kristjan Kangur, fa debuttare Ioannis Athinaiou, che mostra eccellenti doti di passatore. La staffetta Samuels-Lawal mette in crisi il miglior rimbalzista del campionato Anosike e Moss dal campo Elston Turner, che la domenica precedente aveva segnato 37 punti contro Roma. Il finale è 95-64

IL PRIMO TEMPO - Samardo Samuels su assist di Gentile schiaccia il primo pallone, ma poi è Pesaro a controllare i primi quattro minuti (parziale di 8-0) forzando Coach Luca Banchi a chiamare il primo time-out. La risposta è un parziale di 9-1 che riporta avanti l’EA7 sull’11-10 con cinque punti consecutivi di David Moss e la palla rubata, con schiacciata di Gani Lawal. Il momento prosegue, la difesa si chiude, svetta Gentile, Lawal domina sotto canestro e soprattutto ci sono due triple di Kangur che scavano 13 punti di vantaggio, 25-12, in un attimo. Poi Musso segna da tre allo scadere e alla fine del primo quarto è 25-15. Pesaro parte meglio nel secondo periodo, sfruttando qualche palla persa banalmente. Marc Trasolini segna un paio di buoni canestri e la Vuelle si riavvicina a meno sei. A fermare il parziale è Bruno Cerella con una tripla e una palla rubata con canestro.  Poi Wallace segna a rimbalzo d’attacco il 32-24. E l’EA7 può allungare ancora, Kangur segna tre triple, Cerella produce nove punti e all’intervallo è 49-32 con il massimo vantaggio che ha toccato i 19 punti.

IL SECONDO TEMPO - Curtis Jerrells segna la prima tripla in avvio di ripresa, Samuels è il primo ad andare in doppia cifra e il vantaggio si amplifica. A 3’32″ dalla fine del terzo, l’Olimpia forza un ulteriore time-out di coach Sandro Dell’Agnello volando a più 24, sul 64-40. Ma cambia poco perché alla ripresa l’EA7 piazza un altro 6-0 che vale il più 30. Alla fine del terzo è 74-48 Olimpia dopo la “rituale” tripla da metà campo di Bernardo Musso (tre buzzer beater per Pesaro) e la cosa più bella della partita, un geniale assist lungo linea di CJ Wallace per il jump corto di David Moss. Nel quarto periodo è Lawal a dominare l’area mostrando anche il suo volto tecnico come nell’occasione di un jump dalla media, usando magistralmente il tabellone. Il finale è per i due canestri di Lollo Restelli e gli applausi (fonte OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Olimpia vola: "demolita" Pesaro

MilanoToday è in caricamento