menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Keith Langford al tiro (foto Ea7)

Keith Langford al tiro (foto Ea7)

Olimpia: che spettacolo! Sconfitta Sassari

Le red shoes hanno vinto contro Sassari con sette punti di vantaggio. Ora la serie è saldamente in mano alle red shoes. Sabato Gara5 al Forum

Vince ancora a Sassari, l’Olimpia. Comanda dalla palla a due alla sirena, mai sotto nemmeno per un attimo. Quando l’attacco non gira o le percentuali non la sorreggono, a dispetto dei problemi di falli di Daniel Hackett, vince perché la difesa è spettacolare, tiene Drake Diener a 10 punti arroccata attorno ad un David Moss stellare e ben aiutato dalla squadra. Keith Langford e il Capitano Alessandro Gentile completano con le loro entrate il lavoro di Samardo Samuels dentro l’area nel primo tempo. 63-56, il finale. 3-1 nella serie. Sabato gara 5 al Mediolanum Forum.

IL PRIMO TEMPO - L’Olimpia parte bene, Alessandro Gentile segna e dà via un assist per Samuels. Quando segna da tre spinge l’EA7 avanti 13-6, ma è il massimo vantaggio perché poi Sassari risponde, trova energia in Brian Sacchetti – tripla e penetrazione appena entrato in campo – e gradualmente si riavvicina chiudendo il primo quarto sotto di uno, 21-20 Olimpia con Samuels che batte la marcatura uno contro uno di Eze e Gordon segnando 10 punti nel primo periodo. Nel secondo quarto, Sassari parte a zona, l’Olimpia arranca nei primissimi possessi poi trova una tripla di Langford, un’altra di Kangur e allunga sul più sette. Travis Diener su un secondo possesso garantito da Eze accorcia ma Langford si esibisce in un jump acrobatico dall’angolo e una seconda tripla che apre dieci punti per l’Olimpia, 34-24. Qui la partita diventa spigolosa, con tante chiamate e poca lucidità. Dopo Hackett, anche a Gentile viene fischiato il secondo fallo. Langford esegue una stratosferica schiacciata penetrando lungolinea, Travis Diener segna dalla lunetta e alla fine del primo tempo è 36-28 Olimpia.

IL SECONDO TEMPO - L’Olimpia recupera i 10 punti di vantaggio in avvio di ripresa ma lascia anche tre tiri liberi e perde un paio di palloni o di rimbalzi. Benjamin Eze segna tre volte da sotto e riporta Sassari a meno tre sul 36-39, con 5’42″ da giocare nel terzo e il time-out di Coach Luca Banchi. A meno tre Sassari torna tre volte, poi anche a uno su reverse lay-up di Drake Diener. David Moss risponde con una tripla dall’angolo. Poi c’è un bel passaggio in campo di CJ Wallace ce segna due volte e aiuta l’Olimpia ad arrivare alla fine del terzo quarto con sei punti di vantaggio sul 48-42. Drake Diener allo scadere dei 24″ senza guardare il canestro, con Moss attaccato, trova una tripla incredibile che riporta Sassari a meno tre. Langford in post-up su Marques Green firma il 54-49 ma proprio Green risponde da tre. Gentile prende l’attacco sulle spalle, prima procurandosi un fallo di Sacchetti (2/2 dalla linea) e poi con un’entrata nel traffico allo scadere dei 24″. In mezzo Samuels, da ultimo uomo, stoppa Eze. La difesa tiene mentre l’attacco spreca qualche match-point. Langford e Gentile però dalla lunetta sono glaciali. L’EA7 entra nell’ultimo minuto avanti di otto. La difesa è una fortezza. Sassari segna solo da sotto con Caleb Green e l’Olimpia chiude 63-56 tenendo Sassari sotto i 15 punti segnati in tutti gli ultimi tre quarti (fonte: OlimpiaMilano.com).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento