Sport

L'Olimpia batte Trento. Strepitoso l'allungo sul finale

I ragazzi di Coach Banchi mancano di continuità. Sbagliano, in un periodo incassano addirittura 28 punti, ma poi schiacciano sull'acceleratore e staccano la formazione Trentina

Un momento della partita (foto Ea7)

Va a sprazzi l’Olimpia, va sotto per qualche attimo nel terzo quarto e subisce la rimonta di Trento (che arriva a meno 1) nel quarto periodo, ma quando schiaccia sull’acceleratore allunga cavalcando un’altra prestazione energica di Samardo Samuels (terrificante a rimbalzo) soprattutto nel secondo tempo. Anche MarShon Brooks ha momenti brillanti, Linas Kleiza è chirurgico e il tiro da tre di Joe Ragland non manca di far male alla difesa trentina. La difesa e l’energia di David Moss ci sono sempre. Manca invece continuità e questo (come i 28 punti incassati nel secondo periodo) spiega la difficoltà nell’allungare con decisione prima dei quattro minuti conclusivi. Alla fine è 90-75.

IL PRIMO TEMPO – Trento parte forte, la tripla di Baldi Rossi la spinge avanti sul 7-2. L’Olimpia risponde con un 8-2 e sorpassa. Brooks e Ragland segnano due triple consecutive. Samuels domina a rimbalzo permettendo all’EA7 di capitalizzare il lavoro difensivo e raggranellare otto punti di vantaggio alla fine di un primo quarto (19-11) nel quale MarShon Brooks segna sette punti. Il margine sale a 10, sul 21-11, dopo il secondo canestro di Shawn James. Ma Spanghero segna due volte consecutive da tre e ricuce a meno 4 per Trento. Cavalcando il momento favorevole, la Dolomiti si riporta a meno uno, ricacciata indietro prima da Gentile e poi da un canestro da tre di Kleiza. Ancora il lituano scava sette punti di vantaggio ma Trento è coriacea. Forray segna da tre il nuovo meno due (33-31) mentre James ha già tre falli. Trento addirittura impatta a 35. Ragland allunga con la terza tripla del suo primo tempo, poi Brooks mette due liberi. Ma l’allungo non c’è e alla fine del primo tempo è 40-39 EA7.

IL SECONDO TEMPO - L’Olimpia parte molle, non trova buoni tiri e subisce due movimenti uno contro uno scivolando sotto 45-42 nel terzo quarto. Coach Banchi chiama time-out. La Dolomiti va avanti di quattro, Samuels con due tiri liberi, Brooks con una penetrazione e poi un libero ricuciono lo strappo e a metà del quarto, l’EA7 rimette la testa davanti. Poi insiste, Brooks continua a segnare, Melli mette la tripla del 14-0 che dal 42-46 trasforma il punteggio in 56-46 (parziale interrotto dalla tripla di Tony Mitchell). Samuels svolge un grande lavoro di forza in post basso, costantemente rifornito dai compagni. Si guadagna falli, mette sei liberi di fila, va in doppia cifra nel solo terzo quarto e porta l’Olimpia sul 64-56 all’inizio del quarto. Trento però non molla, Baldi Rossi segna sei punti consecutivi e la riporta a meno tre sul 68-65. Qui segna un grande canestro da tre allo scadere dei 24″ Kleiza. Poco dopo ci sono due liberi di Moss e altri due di un prepotente Samuels. La tripla di Ragland scava di nuovo nove punti di vantaggio sul 78-69, a 3’05″ dalla fine. Nel finale l’Olimpia controlla nonostante l’ostinata prestazione di Mitchell. Kleiza con la tripla del +12 entrando nell’ultimo minuto difatto decreta la fine della gara (Fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Olimpia batte Trento. Strepitoso l'allungo sul finale

MilanoToday è in caricamento