rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Sport

Playoff: l'Olimpia mette ko Bologna

I ragazzi di coach Banchi rifilano 21 punti alla Virtus Bologna nella prima gara di plauyoff. Hackett fenomenale

Daniel Hackett tiene alto il numero di giri del suo motore. E’ carico di energia, gioca un primo tempo travolgente in cui l’Olimpia scava venti punti di vantaggio e torna nella ripresa per ripristinare il margine. L’Olimpia controlla gara 1, attacca la difesa della Virtus, trova cose importanti da Alessandro Gentile, rimbalzi da Samardo Samuels, triple da Linas Kleiza e un grande primo tempo di Bruno Cerella. Soffre un po’ nella ripresa quando la Virtus produce una delle sue fiammate al tiro soprattutto con Jeremy Hazell, ma in generale controlla bene il primo atto di questo quarto di finale. 88-67 il finale.

IL PRIMO TEMPO - L’Olimpia è aggressiva in difesa sui tiratori scelti della Virtus, Allan Ray e Jeremy Hazell. Li contiene e sporca le loro percentuali di tiro ma si scopre prima su Cuccarolo (due ganci) e poi su Abdul Gaddy che mette due triple di fila, poi un jump dall’angolo e determina un 6-0 che porta Bologna avanti 12-10. La reazione dell’EA7 è una tripla di Gentile, un contropiede chiuso sull’asse Hackett-Samuels, poi arriva anche la tripla di Moss. Il primo tentativo di fuga biancorosso è rallentato dagli errori dalla lunetta e dalle cinque palle perse contro una sola rubata. Alla fine del primo quarto è 20-18 EA7. L’Olimpia scatta 6-0 nel secondo quarto, con una penetrazione di Ragland, un’acrobazia di Brooks e un lunghissimo “due” di Moss. Dopo un alley-oop di White per Fontecchio, Kleiza segna da tre per il 29-20. Qui Hackett con due penetrazioni prepotenti forza terzo e quarto fallo di Gaddy. Cerella ed Elegar schiacciano due grandi esecuzioni offensive ma il vantaggio resta a quota nove, 35-26, perché Fontecchio segna due volte di fila e Cuccarolo fa valere i centimetri. Una sequenza Cerella da tre più canestro di Melli in contropiede produce il più 14, 40-26. L’Olimpia è in ritmo, Melli dà una sferzata di energia con i tagli a canestro, Hackett dipinge assist e improvvisamente il vantaggio si allarga, 48-28 all’intervallo.

IL SECONDO TEMPO - La reazione della Virtus arriva con le triple di White e Hazell. Tre canestri da tre consecutivi accorciano il distacco a meno 11 sul 54-43 con 5’25″ da giocare nel terzo. Dopo il time-out segna Ray in entrata. La Granarolo arriva a meno nove. L’Olimpia risponde con due tiri liberi di Melli e un contropiede chiuso da Hackett. La difesa torna a ruggire, produce canestri in transizione. Arrivano anche due triple, di Kleiza prima e Hackett poi per riaprire 18 punti di vantaggio sul 66-48 (parziale fermato da una bomba di Imbrò). Ma la Virtus risponde, riesce a tenere a meno 14 alla fine del periodo (67-53) poi cavalca di nuovo Gaddy in avvio di quarto periodo e arriva a meno 12 anche perché l’Olimpia nel secondo tempo vede scendere le percentuale di tiro dall’arco. Un rimbalzo d’attacco di Gentile, poi cinque punti di fila di Kleiza (tripla dall’angolo su assist di Elegar e poi reverse su suggerimento di Brooks) risolvono però la contesa. Gentile con un gioco da tre punti ripristina i venti punti di vantaggio sull’83-63 e gli ultimi due minuti diventano accademia (fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff: l'Olimpia mette ko Bologna

MilanoToday è in caricamento