Sport

Il Milan espugna Bari ed ora può sognare la rimonta all'Inter

Rossoneri a meno sette dalla capolista. Mercoledì il recupero con la Fiorentina: in caso di successo sarebbero 4 i punti dall'Inter. A Bari decidono i gol di Borriello e Pato. Note liete da Ronaldinho e da Abbiati che pare un rigore a Barreto

Il Milan si rialza immediatamente dopo la sconfitta di Champions battendo due a zero il Bari a San Nicola; per i rossoneri, con una gara da recuperare mercoledì contro la Fiorentina, meno due punti dalla Roma e meno sette dalla capolista Inter.

Le speranze possono rinfocolarsi, soprattutto alla luce delle buone nuove che arrivano dalla vittoria corsara: Borriello ritornato con uno dei suoi gol in acrobazia, Pato idem e Abbiati a dar di nuovo sicurezza alla difesa. Quello che partiva come terzo portiere inizialmente, ha sfoderato una prestazione sicura con la ciliegina sulla torta del rigore parato a Barreto. Dida non sarà contentissimo, i tifosi sì.

Leonardo le sue scelte le fa, a maggior ragione dopo il battibecco mediatico avuto col presidente; ci sono Abbiati tra i pali, Bonera e Abate sulle fasce difensive con Gattuso a dare manforte al centrocampo rossonero.

Ventura presenta il solito Bari, Meggiorini e Barreto in avanti, Almiron in panchina per lasciar posto a Gazzi. Gli ospiti partono col piglio giusto, i padroni di casa aspettano per dar vita alle ripartenze. Possesso palla però sterile del Milan che rischia tantissimo al 25’: su un corner Bonera cintura Barreto, l’arbitro lascia correre. I biancorossi protestano ma devono inchinarsi alla prodezza di Borriello al 43’: Ronaldinho caracolla sulla sinistra, disegna un tracciante per l’attaccante che si coordina splendidamente in sforbiciata.

Gillet non può nulla, il gol spezza le gambe al Bari che al rientro dagli spogliatoi prova a pressare più alto. Nel momento migliore dei baresi, però, il Milan raddoppia. Ancora protagonista Dinho che sulla sinistra si beve un avversario, il tiro cross deviato finisce sul piede di Pato che realizza al volo. Ventura prova a caricare i suoi ma ormai è troppo tardi; il moto di reazione arriva a un minuto dalla fine ma Abbiati decide di prendersi la scena.

Rigore per un ingenuo fallo di Pato, dal dischetto Barreto si fa ipnotizzare dall’estremo difensore che congela il risultato. Leonardo contentissimo ma evita accuratamente ogni riferimento alle polemiche con Berlusconi: “Io non devo rispondere a nessuno, penso solo alla squadra e alla grande prestazione. Oggi siamo stati praticamente perfetti, non abbiamo concesso nulla, a parte il rigore. C’è un gruppo molto unito, questo è fondamentale”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Milan espugna Bari ed ora può sognare la rimonta all'Inter

MilanoToday è in caricamento