rotate-mobile
Basket

Serie A2: Brutta sconfitta per l'Urania Milano che cade in casa contro Nardò

Nell'anticipo del giovedì i Wildcats cadono in casa contro una Nardò molto più lucida

Brutta sconfitta interna per la Wegreenit Urania Milano che cede il passo a Nardò, 71-81. Gara sempre in salita per i Wildcats che subiscono il gioco interno di Iannuzzi e le improvvisazioni di Smith, Potts il top scorer tra i padroni di casa a quota 17.

Avvio in salita per Milano che stecca i primi cinque assalti, Nardò avanti con la coppia La Torre-Iannucci, 0-5. Amato accende l’Allianz con una tripla che sblocca i rossoblu, Severini impatta a quota 5. Scalda la mano anche Smith sull’altro fronte, pugliesi ancora al comando dopo le zampate di Iannuzzi in area colorata, 7-13. Risponde la Wegreenit a suon di triple, Amato e Potts si scatenano in campo aperto, nuova parità sul 13-13. Un paio di banali palle perse donano nuova inerzia alla Hdl, Iannuzzi torna a colpire e gli uomini di Dalmonte prendono il massimo vantaggio alla prima sirena, 13-20. Sempre sotto ritmo l’attacco dei padroni di casa che fatica a trovare armonie offensive, capitan Piunti prova a dare la carica ma è ancora in fuga Nardò, 16-24. Scivola sino a meno 16 Milano, botti di Maspero e Smith in un primo tempo da incubo per la truppa di coach Villa, 16-32. Urania si affida ad un intraprendente Beverly per arginare la pressione degli esterni salentini, anche Potts tenta di scuotere i milanesi, il buzzer beater di Piunti vale il meno 7 all’intervallo, 32-39.

Dopo la pausa lunga gli ospiti provano a riprendere le redini del match, Milano cerca di mordere di più in difesa per ripartire in transizione, Potts tiene la Wegreenit a meno 5, 38-43. Torna ad un solo possesso lo svantaggio rossoblu, tap-in di Beverly, prima del colpo da biliardo di Stewart, 40-46. Attacca a testa bassa la truppa di coach Davide Villa, energia ma anche precipitazione per affrettare il recupero, 42-48. Sale anche la tensione, terzo fallo di Smith e tecnico conseguente a coach Dalmonte, i Wildcats capitalizzano e si riportano a meno 3, 45-48. Beverly lavora con efficacia in vernice, Amato con un’incursione di puro talento sigilla il meno 1, è sempre Nardò al comando delle operazioni alla penultima sirena, 51-54. Ultima frazione che si apre con la tripla dall’angolo di Montano che scalda l’Allianz Cloud, non molla la Hdl che trova punti preziosi da Smith e Ferrara, 54-58. Più lucida Nardò che attacca con raziocinio trovando il più 7 con il solito Smith, 59-66. Sembra il colpo del KO con Stewart e Iannuzzi che fanno il vuoto in area colorata per il più 11, Milano crolla in un finale davvero poco brillante con i pugliesi che chiudono con le marce alte.

Wegreenit Urania Milano - HDL Nardò Basket 71-81 (13-20, 19-19, 19-15, 20-27)

Wegreenit Urania Milano: Giddy Potts 17 (3/9, 2/6), Gerald Beverly 14 (6/12, 0/1), Andrea Amato 12 (1/2, 2/9), Matteo Montano 10 (1/4, 2/5), Giovanni Severini 7 (2/3, 1/3), Giorgio Piunti 6 (0/0, 2/4), Aristide Landi 5 (2/3, 0/3), Ion Lupusor 0 (0/2, 0/0), Davide Bonacini 0 (0/0, 0/1), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0), Theo Anchisi 0 (0/0, 0/0), Samuele Solimeno 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 17 - Rimbalzi: 34 11 + 23 (Giddy Potts, Aristide Landi 8) - Assist: 14 (Andrea Amato 5)

HDL Nardò Basket: Antonio Iannuzzi 23 (10/15, 0/1), Wayne Stewart jr 16 (2/7, 3/4), Russ Smith 16 (4/7, 2/7), Lorenzo Maspero 6 (0/1, 1/3), Matteo Ferrara 6 (2/3, 0/0), Matteo Parravicini 5 (1/4, 0/2), Lorenzo Baldasso 4 (0/1, 1/2), Andrea La torre 3 (0/0, 1/4), Lazar Nikolic 2 (1/3, 0/2), Andrea Donda 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 21 - Rimbalzi: 36 12 + 24 (Antonio Iannuzzi, Wayne Stewart jr 9) - Assist: 18 (Russ Smith 6)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A2: Brutta sconfitta per l'Urania Milano che cade in casa contro Nardò

MilanoToday è in caricamento