rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Basket

Una grande Urania espunga Trapani

Grandissima prova dei Wildcats che superano la 2B Control: punteggio finale di 80-90

Superlativa prova di Urania che, nonostante le assenze di Piunti ed Ebeling, passa con autorità a Trapani, 80-90. Sfida dominata per larghi tratti dai Wildcats che respingono gli ultimi assalti dei siciliani nel finale. Cinque in doppia cifra per la truppa di coach Villa con il trio delle meraviglie Amato-Potts-Montano in evidenza. Importante il lavoro a rimbalzo di Hill (che accarezza la doppia doppia) e Pullazi, minuti di qualità anche per i giovani Cavallero (7 punti a referto) e Valsecchi. Non bastano alla 2B Control le fiammate di Massone e Romeo, 33 punti combinati.

Trapani-Milano, la gara

Partenza equilibrata del match, Hill e Potts rispondono a Mollura, 5-4. Buona transizione offensiva di Amato e compagni che reggono ai tentativi di strappo dei siciliani, Wildcats avanti il morbido appoggio di Potts, 7-10. Sale il nervosismo tra i padroni di casa, antisportivo a Mollura e tecnico a coach Parente, bella ricezione di Cavallero che sigilla il più 4, 9-13. Ci prende gusto il giovane Wildcat, tripla a referto, momento magico per gli ospiti che volano sull’asse Potts-Montano, 9-18. Jenkins e Romeo cercano di scuotere Trapani, Milano non molla ed intasca il primo vantaggio in doppia cifra, 15-26 dopo la fuga di Potts. La 2B Control si aggrappa a capitan Mollura, Montano e Potts tengono saldamente avanti gli ospiti alla prima sirena, 21-32. Cresce l’aggressività degli uomini di Parente in apertura di secondo quarto, Carter fa la voce grosse in area colorata, Pullazi spegne il primo tentativo di rimonta, 28-37. Prosegue la spallata dei siciliani con Massone in evidenza, suoi i punti del meno 2 granata, 38-40. Regge Urania grazie ai liberi ed al buon lavoro a rimbalzo d’attacco, 48-50 a metà gara. Altro assalto trapanese dopo la pausa lunga, Carter aggancia i Wildcats a quota 50, immediata la risposta di Montano che mette due siluri filati, 50-56. Le improvvisazioni di Massone e Jenkins danno nuova spinta alla 2B Control, Milano però è gelida da fuori, Amato piazza due bombe per il nuovo vantaggio in doppia cifra, 56-66. Vola sino a più 14 la truppa di coach Villa prima del rientro dei siciliani alla penultima sirena, 60-70. Abbassa il quintetto coach Parente, scelta che premia i padroni di casa più aggressivi sul perimetro, Mollura è il trascinatore nel nuovo tentativo di rimonta, 64-72. Preziosissimo il lavoro di Hill in vernice, Potts ringrazia con il più 12 in penetrazione, 64-76. Non mollano Jenkins e Massone che rilanciano le quotazioni della 2B Control, si infiamma il Pala Auriga che sente profumo di rimonta, 72-76. Quota 76 che sembra un incubo per i Wildcats, Montano sblocca l’impasse ma non cambia l’inerzia della sfida, 76-79. Spartito che passa di mano dopo due meraviglie di Potts e Amato, penetrazione dell’ex Leiden e tripla spaccagambe del play milanese, i Wildcats sono sulla rampa di lancio, 76-86. Trapani ha ancora l’orgoglio per provare l’ultimo assalto, Montano lo spegne con i liberi della staffa, 80-90 (uraniabasket.it).

2B CONTROL TRAPANI: Rometo 17, Massone 16, Jenkins 15
URANIA MILANO: Montano 21, Potts 20, Amato 17

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una grande Urania espunga Trapani

MilanoToday è in caricamento