rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Basket

Vittoria dell'Olimpia contro Treviso

Gli uomini di coach Messina superano la Nutribullet

Questa volta l’attacco, con i tiri da tre (14, tre di Billy Baron, al rientro), il 100% dalla lunetta (17/17) e nel secondo tempo i tiri dalla media di Brandon Davies (14 punti dopo il riposo) permette all’Olimpia Milano si vincere la terza trasferta di campionato, a Treviso. Gara comandata e controllata fin dall’inizio, anche se un paio di volte Treviso è stata capace di punire qualche disattenzione per riavvicinarsi. E’ successo alla fine del primo tempo, da meno 16 a meno nove, poi nel cuore del terzo periodo quando il margine si era allargato di nuovo a 15 punti, ma non nel quarto quarto. Qui Milano ha scavato subito il divario definitivo, poi è scappata a più 21 e ha finito vincendo 93-80

IL PRIMO QUARTO – L’Olimpia gioca cinque minuti energici, usando la presenza in post basso di Brandon Davies, che genera opportunità soprattutto per i compagni visto che Treviso sceglie di raddoppiare sistematicamente. Milano difende forte, controlla i rimbalzi ed esegue in attacco con precisione, arrivando al ferro e costruendosi subito un vantaggio in doppia cifra sul 17-6 nonostante i due falli immediati di Devon Hall e poi dello stesso Davies, fermato da un tecnico. L’Olimpia ha un gran momento schierando due playmaker: Biligha ruba palla a Banks e sulla transizione Thomas converte un gioco da tre punti, poi sempre in transizione Baldasso mette una tripla e Thomas ne aggiunge un’altra subito dopo. Il vantaggio raggiunge i 16 punti, ma negli ultimi 30 secondi di periodo, Treviso piazza un 6-0 con due triple di fila, di Zanelli e Sarto ricucendo a meno 10, 26-16.

IL SECONDO QUARTO – I ritmi alti mandano un po’ fuori giri l’Olimpia. Thomas con un’altra tripla risponde alle scorribande di Banks. Ma la seconda tripla dell’americano di Treviso ricuce il divario a meno cinque in modo improvviso costringendo Coach Messina al time-out. Al rientro, Billy Baron – impiegato ma con minutaggio limitato – si presenta con una tripla e allenta un minimo la pressione in un secondo periodo difensivamente sofferto. Il vantaggio torna a quota 10, ma un passaggio a vuoto in attacco riporta sotto Treviso non appena riesce a correre. L’ultima zampa però arriva da Devon Hall con uno step-back sulla sirena che chiude il tempo sul 45-36 Milano.

IL TERZO QUARTO – Naz Mitrou-Long commette subito il terzo fallo, ma una sua tripla che segue quella di Billy Baron scava 15 punti a favore dell’Olimpia dopo 1:21 costringendo Coach Nicola a spendere subito il primo time-out della ripresa. Treviso risponde con Ike Iroegbu. Ci sono cinque punti consecutivi del nigeriano che riducono di nuovo il margine a 10 punti. Poi è Banks a caricarsi la squadra sulle spalle quando l’assetto di Milano è in gran parte dettato dai falli (tre anche quelli di Melli). L’Olimpia torna a martellare la palla dentro, Davies si procura quattro tiriliberi in fila, li segna tutti, e determina il 68-59 che chiude il periodo.

IL QUARTO QUARTO – L’Olimpia parte con un parziale di 5-0, tripla di Ricci e jumper dalla lunetta di Davies. Poi l’esecuzione offensiva sale di un altro livello con un jumper dalla media di Hall, un gioco da quattro punti di Baron e ancora una sospensione da manuale di Davies dal gomito. Improvvisamente con un parziale di 13-4 in quattro minuti, Milano scappa sull’81-63. Adrian Banks tenta l’ultimo assalto di Treviso. Ma è troppo tardi e l’Olimpia è padrone della situazione. Davies segna quattro jumper dalla media prima di sbagliare il quinto. Negli ultimi due minuti l’Olimpia controlla la partita scollinando oltre i venti di vantaggio prima di finire 93-80 (olimpiamilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittoria dell'Olimpia contro Treviso

MilanoToday è in caricamento