rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Basket

Urania male all'esordio: vince Cantù

Niente da fare per i Wildcats che alla prima stagionale si arrendono alla corazzata Acqua San Bernardo

Non riesce la grande impresa ad Urania Milano che deve cedere a Cantù nella prima di campionato, 70-85 il finale a favore dei brianzoli. Dopo un primo tempo equilibrato con diversi momenti brillanti i Wildcats non riescono a contenere le transizioni guidate da Rogic e Nikolic. Non bastano a Milano le fiammate di Potts, Pullazi ed Amato.

Urania-Cantù, la gara

Parte forte Cantù che sfruttano la potenza di Hunt in vernice, fatica a trovare risposte Milano che si sblocca con Potts. Alza il ritmo l’Acqua San Bernardo che si giova delle incursioni di Rogic e Bucarelli, c’è sempre un rovente Potts a frenare la fuga biancoblu, 13-15. Mette la freccia Urania lanciata dai botti di Pullazi e Montano, immediata la replica brianzola con due siluri di Berdini e Severini, 18-21 alla prima sirena. Gara bella e vibrante con i Wildcats da battaglia in apertura di seconda frazione, Potts è indemoniato mentre capitan Piunti e Pullazi gladiatori in area colorata, due botti di Amato e Potts per il massimo allungo milanese, 29-24. Momento magico per Milano interrotto da un flopping discutibile assegnato ad Amato, Cantù ringrazia ed impatta con Rogic, 30-30. Sempre Rogic in evidenza prima della pausa lunga, Urania insegue a metà gara colpita da Nikolic, 35-45. Cantù prova lo strappo dopo l’intervallo, arrivando sino al più 15, c’è la terza penalità di Hill, l’Acqua San Bernardo in controllo dopo il canestro solitario di Nikolic, 40-55. Con orgoglio i Wildcats cercano di rientrare, due belle iniziative di Ebeling nel mini parziale rossoblu, 44-55. Ci mette agonismo e grinta Urania ma peccano in lucidità i Wildcats che non riescono a ritrovare la fluidità offensiva della parte centrale del primo tempo, due belle giocate di Amato nel finale di terzo quarto per il 48-60 della penultima sirena. Copione immutato anche nel quarto periodo, gli esterni brianzoli trovano ottime opzioni offensive, Bucarelli e Rogic dilatano il margine a più 20, 50-70. Nel finale ci provano con orgoglio i Wildcats con Pullazi in evidenza, Cantù controlla la gara e chiude con Berdini, 70-85 (uraniabasket.it).

URANIA MILANO: Potts 16, Pullazi 13, Amato 12

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Baldi Rossi 16, Nikolic e Rogic 15

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urania male all'esordio: vince Cantù

MilanoToday è in caricamento