Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Beckenbauer: "Ero dell'Inter ma saltò tutto per colpa dell'Italia e della Corea del Nord"

Kaiser Franz rivela: "Ci fu lo stop all'ingaggio di calciatori stranieri, non fu possibile firmare il contratto"

Franz Beckenbauer era dell'Inter ma poi saltò tutto. Una storia di calciomercato che poteva essere e che non è stata mai. "Nel 1966 avevo firmato un precontratto con l'Inter. Poi, però, l'Italia chiuse le frontiere agli stranieri e non andai a Milano", rivela Kaiser Franz, bandiera del Bayern Monaco e pilastro della Germania che racconta alla Bild il 'quasi trasferimento' al club nerazzurro: "Prima del Mondiale firmai un contratto con l'Inter, avrei guadagnato l'incredibile cifra di 900.000 marchi (circa 450.000 euro). In quel periodo, era possibile solo in Italia, che era il fulcro del calcio".

"L'Inter era al top con Giacinto Facchetti, Sandro Mazzola e un leggendario allenatore come Helenio Herrera. Il Bayern giocava nel piccolo stadio di Grünwalder Strasse, a Milano avevano l'enorme San Siro e quell'atmosfera mi affascinava. Volevo andare ad ogni costo", racconta. A far saltare tutto, però, fu il flop azzurro ai Mondiali d'Inghilterra '66: il k.o. con la Corea del Nord e la conseguente eliminazione produssero conseguenze drastiche.

"Ci fu lo stop all'ingaggio di calciatori stranieri, non fu possibile firmare il contratto e il preaccordo finì nella spazzatura", dice Beckenbauer, che venne contattato anche dal Milan: "Ma il blocco durò anni e non ho mai potuto giocare per un club italiano". Rimpianti? "No, alla fine non mi dispiace. Sono soddisfatto della mia vita". 

E, ovviamente, anche del palmares: Beckenbauer, campione d'Europa nel 1972 e del mondo nel 1974, con il Bayern ha finito per vincere 5 edizioni della Bundesliga, 4 Coppe di Germania, 3 Coppe dei Campioni, 1 Coppa delle Coppe e 1 Coppa Intercontinentale. A livello individuale, fanno da cornice 2 Palloni d'oro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beckenbauer: "Ero dell'Inter ma saltò tutto per colpa dell'Italia e della Corea del Nord"

MilanoToday è in caricamento