Sport

Il Genoa fa il mercato del Milan: ora tocca a Boateng

Il club di Preziosi sta giocando il ruolo della big, mentre il Milan attende il terzo prestito dalla società ligure

Il calcio sta cambiando è un dato di fatto. Circolano pochi soldi e anche le così dette 'grandi' si danno al risparmio. Accade così che la squadra classificata nona l'anno scorso in campionato diventi la regina del mercato cedendo in prestito giocatori ad una delle più blasonate squadre della Serie A. E' il caso del Genoa e del Milan. Enrico Preziosi, quest'estate nelle vesti di Presidente-Procuratore del club ligure, ha concluso già due operazioni importanti (?) con la società di Via Turati: Amelia e Papasthatopoulos sono passati in prestito ai rossoneri via Genoa. Non solo, altre operazioni hanno riguardato le comproprietà dei giovani Oduamadi, Strasser e Zigoni.

Il prossimo della lista sarà Kevin-Prince Boateng. Il ghanese, con passaporto tedesco, è arrivato ieri a Genova per sostenere le visite mediche, una tappa preliminare per poi sbarcare a Milano. A completare e ufficializzare l'operazione manco soltanto la firma del belga Vanden Borre che, dopo il prestito al Porthsmouth nella passata stagione, sarà girato definitivamente al club inglese. Boateng arriverà con la formula del prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino a giugno 2011. L'operazione è dettata anche dalla necessità del Milan di mantenere i bilanci in ordine, in vista del fair-play finanziario che dal 2012 entrerà in vigore. I contratti in scadenza l'anno prossimo (80 milioni di euro) potrebbero liberare un pò di spazio per una campagna acquisti che necessità di grandi investimenti. Il Milan, con Boateng, trova così il centrocampista tanto richiesto da Allegri e rinforza ancora di più l'asse con il Genoa.


Giorni fa si era paventata anche l'ipotesi di un approdo si Salvatore Bocchetti in rossonero con Marek Jankulovski al Genoa. Il ceco però rifiutò il passaggio. Il Milan sta studiando alternative. Bonera e Abate sono due soluzioni, ma l'estero destro è utile ad Allegri per la lista Champions, mentre Bonera dovrebbe restare per la sua duttilità. Operazione saltata? Forse meglio così, altrimenti il Milan avrebbe dovuto cambiare maglia: dal rossonero al rossoblu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Genoa fa il mercato del Milan: ora tocca a Boateng

MilanoToday è in caricamento