rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Sport

Fib e Regione Lombardia: firmato un protocollo d'intesa per la promozione delle bocce sul territorio lombardo

Secondo quanto previsto dal protocollo, la Regione Lombardia sosterrà manifestazioni sportive e grandi eventi, inseriti nel percorso di avvicinamento ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2026

Il Presidente della Federazione Italiana Bocce, Marco Giunio De Sanctis, e il Sottosegretario della Regione Lombardia con Delega Sport e Giovani, Lara Magoni, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa teso a disciplinare la reciproca collaborazione per realizzare, sul territorio Lombardia, in maniera congiunta, iniziative promozionali di comune interesse.

La sottoscrizione dell’intesa segue l’incontro dello scorso 27 febbraio, quando i vertici della FIB incontrarono, a Palazzo Lombardia, il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, il sottosegretario con delega Sport e Giovani della Regione Lombardia, Lara Magoni, e il direttore “Sport e Grandi Eventi Sportivi" in Lombardia, Simone Rasetti. 

Il protocollo d’intesa è finalizzato alla creazione di sinergie comuni e coordinate per la valorizzazione di iniziative legate al mondo dello sport e delle bocce in particolare promuovendo la cultura sportiva ed altre iniziative per il sostegno dell’invecchiamento attivo. L’obiettivo è quello di una crescita sportiva del territorio lombardo e di miglioramento delle condizioni di salute degli anziani.

Secondo quanto previsto dal protocollo, la Regione Lombardia sosterrà manifestazioni sportive e grandi eventi, inseriti nel percorso di avvicinamento ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2026.

Prima della conferenza stampa si è tenuto in Piazza Città di Lombardia un evento dimostrativo di Alto Livello della specialità Volo. 

Sono state allestite due corsie di gioco e i quattro atleti azzurri, Alex Zoia, Ivan Soligon, Gaia Gamba e Marika Depetris, seguiti dal componente della Commissione Alto Livello del Volo, Stefano Milan, sono stati i protagonisti delle prove più spettacolari quali le corse e i tiri di precisione. 

La Federazione Italiana Bocce, all’importante mattinata, è stata presente con il presidente Marco Giunio De Sanctis, il vicepresidente Roberto Favre, il Segretario Generale Riccardo Milana, il Delegato FIB Milano, Costantino Faedda e il consulente FIB e Commissario della Lega Ciclismo Professionistico, avv. Cesare Di Cintio. 

Hanno preso parte anche alcuni presidenti nazionali delle Federazioni Sportive Nazionali, i vertici regionali del CONI e del CIP e i dirigenti Ats Bergamo, Massimo Giupponi e Salvatore Gioia. 

“Abbiamo firmato – ha dichiarato il numero uno della Federbocce, Marco Giunio De Sanctis – un accordo con la Regione Lombardia organizzando, nella giornata di oggi, un importante evento in Piazza Città di Lombardia (piazza coperta di Milano), volto a pubblicizzare al meglio il nostro mondo e dimostrare che le bocce sono uno sport dai grandi valori sociali, inclusivi e agonistici". “Attraverso tale convenzione – ha proseguito De Sanctis – saranno attivate anche borse di studio, da assegnare, su segnalazione della FIB, ai suoi migliori atleti. Un contributo economico importante da destinare a giovani, donne o disabili che siano”. Un altro obiettivo molto importante per la FIB è la riapertura, nel più breve tempo possibile, del bocciodromo Comunale di Crema. “Un impianto fondamentale per l’attività boccistica territoriale”. Infine, la Regione Lombardia “ha molto gradito il progetto sull’invecchiamento attivo della FIB. L’esercizio fisico richiesto dal gioco delle bocce aiuta tanti anziani che lo praticano dal punto di vista fisico e mentale; pertanto, la pratica boccistica incide positivamente sul Sistema Sanitario Nazionale”. “La collaborazione tra la Regione Lombardia e la Federazione Italiana Bocce – ha concluso De Sanctis – rafforza la grande valenza di questa regione per la nostra attività, un territorio in cui si organizzano e disputano tantissimi eventi di bocce che vanta migliaia di tesserati e altre 300 società sportive affiliate”. 

“Le bocce sono uno sport intergenerazionale e per tutti, che avvicina i giovani e i giocatori più esperti, rilanciando uno sport tradizionale e innestando un percorso di sostegno all’invecchiamento attivo - il commento del Sottosegretario della Regione Lombardia, Lara Magoni - Per questo progetto, un ringraziamento va alle ATS Bergamo e Varese, parte attive dell'iniziativa in un percorso di salvaguardia della salute dei lombardi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fib e Regione Lombardia: firmato un protocollo d'intesa per la promozione delle bocce sul territorio lombardo

MilanoToday è in caricamento