rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Calcio

Serie A. Il Milan soffre con due uomini in piu’ ma supera il Bologna

Blackout potenzialmente letale ad inizio secondo tempo risolto dal goal al minuto 83 di Bennacer

Nell'anticipo di sabato alle ore 20.45, il Milan va a caccia della testa della classifica nella speranza che la soddisfazione duri più di una notte, visto l’impegno di domani del Napoli a Roma.

Ci sono da smaltire le fatiche di coppa e sopperire all’assenza di alcuni titolari e poi di fronte c’è una squadra ostica che naviga nella prima parte della classifica, il Bologna.

Le cose sembrano mettersi bene quando Leao, imbeccato da Ibra sulla fascia sinistra sigla l’1 a 0 con la complicità di Medel.

Svolta della gara, un fallo di Soumaoro su Krunic lanciato a rete porta all’espulsione del francese che lascia il Bologna in dieci uomini. Subito dopo la squadra di Pioli raddoppia con Calabria, che arriva per primo su una palla ribattuta in area e infila Skorupski. 

Il Milan rientra in campo per la seconda parte di gara con due sostituzioni - Saelemaekers al posto dell’infortunato Castillejo e Bakayoko al posto dell’ammonito Tonali - ma lascia negli spogliatoi il piglio da team di prima fascia e va in contro ad un blackout totale, che in tre minuti vede la squadra di Mihajlovic arrivare al pareggio, prima con un’autorete di Ibrahimovic che devia nella propria rete un calcio d’angolo e poi con Barrow, che supera Tatarusanu con un bel tocco, lanciato in profondità da Soriano.

Altra svolta inaspettata, lo stesso Soriano al 58’ si fa espellere per un brutto intervento su Ballo-Touré e il Bologna resta in nove uomini. Gli sforzi del Milan si infrangono sulla compattezza del Bologna, che ha persino la possibilità di andare in vantaggio.

Serve allora una prodezza per spezzare gli equilibra, nello specifico quella di Bennacer, che al minuto 83, dopo l’ennesimo cross dalla sinistra, azzecca il jolly al volo da fuori area, dopo una respinta difensiva.

Bologna stremato per l’impegno e Milan che mette al sicuro il risultato con Ibra (un goal, un’autorete e un assist), che riceve dal limite e insacca con un destro a giro.

Milan discreto per un solo tempo, Bologna che regge bene e conferma il suo valore.

Restano tre punti importanti per i rossoneri che, nonostante il basso profilo di Pioli, presentano difficoltà oggettive, legate alle tante assenze e agli impegni ravvicinati.

Ibra è sembrato ancora lontano dalla forma ma comunque decisivo e i suoi novanta minuti lasciano ben sperare per un rapido ritrovamento della forma fisica migliore.

Il pensiero di Pioli: “La squadra sta bene livello fisico, ma se dopo un impegno in Champions trovi una buona squadra, che ha avuto una settimana per prepararsi, tutto diventa più difficile. Stiamo subendo troppi gol, ma non credo che la squadra sia stanca, credo anzi che stia facendo un grande sforzo dal punto di vista mentale.

Siamo rientrati pensando che fosse finita, poi rimetterla in piedi dopo il pareggio è diventato difficile, ma il riuscirci è dimostrazione di maturità. Cresceremo ancora. Martedì avremo una partita con un avversario che sta molto bene, che gioca in modo intenso e ci potrà creare difficoltà.

Non dobbiamo fare l’errore di pensare che siamo una squadra di extraterrestri. Le partite vanno giocate e interpretate con convinzione”.

E ora arriva il turno infrasettimanale e martedì sera i rossoneri ricevono il Torino al Meazza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A. Il Milan soffre con due uomini in piu’ ma supera il Bologna

MilanoToday è in caricamento