rotate-mobile
Calcio

Serie B Femminile. Pro Sesto Women: il punto della situazione

La squadra milanese, dopo cinque giornate si ritrova con un solo punto in classifica

Non è iniziato bene il campionato di Serie B della Pro Sesto Women e dopo cinque giornate si ritrova con un solo punto in classifica, seppure in compagnia di altre tre squadre.

Occorre pagare lo scotto del passaggio dalla serie C alla B, ma ora è giunto il momento di cambiare marcia.

Il responsabile delle Prima Squadra, Alessandro Cartago, ha analizzato la situazione dopo il ko arrivato nel recupero col Bari, che si può sintetizzare col classico e condivisibile “Dobbiamo dare di più, tutti”.

Le difficoltà erano da mettere in preventivo perché il salto di categoria porta con sé difficoltà oggettive e i valori sul campo sono differenti, ma ora il grande lavoro del management dovrà trovare un riscontro nei risultati.

Continuando con il suo pensiero Cartago sottolinea come la rosa sia stata migliorata, nuove figure sono state inserite e ora ogni singolo elemento componente il team - non solo le atlete - dovrà ora fare il proprio esame di coscienza e agire di conseguenza.

Non si cercano alibi, né legati alla giovane età né al passaggio di categoria, ma sono richiesti un nuovo atteggiamento e un cambio di mentalità.

L’attenta analisi dello staff ha raggiunto la conclusione che le sconfitte sono arrivate per poca attenzione e scarsa esperienza, e non per la differenza tra la B e la C.

Il messaggio dall’alto è arrivato e ora si attende una risposta positiva, anche se la classifica “povera” allontana il concetto di “tranquillità”, quella richiesta in questi casi, e sarà quindi compito del mister Andrea Ruggeri agire sulle leve della motivazione, anche perché i mezzi per fare bene ci sono: tutti devono essere consci che la salvezza passa attraverso il lavoro sui dettagli.

La sosta che lascia spazio alla Coppa Italia potrà essere d’aiuto al Mister, che con il San Marino potrà fare qualche esperimento, ma la testa è tutta rivolta al campionato.

La società merita una classifica migliore, così come le ragazze, che diventano un punto di riferimento per le giovani del settore giovanile, che guardano alla Prima Squadra come ad un punto di arrivo, un obiettivo da raggiungere.

Rimanere in Serie B appare quindi un obbligo!

La sesta giornata, prevista per il 31 ottobre nella capitale, sembra una buona opportunità per incrementare la classifica, tenendo conto che anche la Roma è a un solo punto e l’impresa non appare impossibile!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B Femminile. Pro Sesto Women: il punto della situazione

MilanoToday è in caricamento