rotate-mobile
Calcio

Francesco Camarda, 15 Anni e già re di San Siro: una storia da sogno nel calcio italiano

Dalle partitelle in spiaggia all'esordio tra i grandi con il Milan, l'incredibile serata del baby fenomeno rossonero

Ieri è stata una serata speciale per il calcio italiano e non.

Chi è passato in zona San Siro intorno alle 22.30, infatti, avrà sentito davvero tanto rumore e un coro in particolare: “Francesco Camarda eh eh oh oh”.

Il motivo? Sulla carta una semplice sostituzione. Ma il 25 novembre, invece, è stata riscritta la storia della Serie A, un ragazzo di 15 anni 8 mesi e 15 giorni, Francesco Camarda per l’appunto, è entrato in campo diventando il più giovane esordiente nella storia del nostro Campionato.

Questo nome gira nel mondo Milan già da tanto tempo, e pensare che il suo arrivo in rossonero fu del tutto casuale. Giovanni Vallelonga, l'osservatore che per primo notò il suo talento sui campi dell'Afforese e oggi Coordinatore dell'Area Scouting del Settore Giovanile del Monza, raccontò che il suo responsabile lo aveva visto giocare in spiaggia e che, secondo lui, era da tenere d'occhio. L’osservatore andò a vederlo dal vivo e non ebbe dubbi: il Milan doveva provarlo. Il primo provino al Vismara fu strano: per un'ora e un quarto Francesco non voleva giocare, poi si convinse, e in un quarto d'ora tutti si innamorarono di lui.

I suoi numeri sono semplicemente mostruosi, più di 500 gol nelle giovanili, giocando quasi sempre con i più grandi. 22 gol in Under 15, 26 gol l'anno dopo e sempre da sottoetà, già 7 gol quest'anno con la formazione Primavera di Ignazio Abate giocando contro ragazzi di tre o anche quattro anni più grandi.

Il destino ancora una volta ci ha voluto mettere lo zampino, infatti, la squalifica di Giroud e gli infortuni di Leao e Okafor hanno costretto mister Pioli a chiamare il giovane attaccante per poter far rifiatare Jovic.

Il ragazzo ha fin da subito stupito tutti, convincendo l’allenatore a buttarlo nella mischia in un momento complicatissimo della gara. In 14 minuti Francesco ha toccato solo un paio di palloni, ha aiutato in fase difensiva e ha dimostrato molta maturità e coraggio.

Camarda ha sicuramente tanta strada da fare e il tempo è tutto dalla sua parte ma la sua mentalità, oltre al suo carattere, possono sicuramente aiutarlo a confermare le aspettative di tutti coloro che già si sono innamorati della sua persona.

Dopotutto, come fai a non stravedere per un ragazzo che il giorno prima dell’esordio va a comprare i biglietti per amici e parenti perché non vuole disturbare la propria società?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Camarda, 15 Anni e già re di San Siro: una storia da sogno nel calcio italiano

MilanoToday è in caricamento