rotate-mobile
Calcio

La Giana Erminio non si ferma più: battuto anche il Padova secondo in classifica

I ragazzi di mister Chiappella mantengono la porta inviolata per la terza gara consecutiva

“La Giana ho ospitato il Padova per la 31ª giornata di campionato e con una doppietta di Franzoni ha battuto la seconda forza del girone, mantenendo inviolata la porta per la terza gara consecutiva.

Mister Chiappella ripropone il modulo con difesa a 3, che vede Ferrante, Piazza e Minotti davanti a Zacchi; centrocampo composto da Caferri e Lamesta sugli esterni, con Marotta e Pinto centrali; Franzoni dietro le punte Verde e Maguette Fall. Si parte e al 2’ la Giana conquista un calcio di punizione sulla trequarti di destra: Lamesta calcia sul secondo palo, la palla rimbalza senza che nessuno la tocchi e sorvola di pochissimo l’incrocio dei pali. Al 10’ Palombi dalla sinistra crossa sul secondo palo per Delli Carri, che svetta di testa per la conclusione, di poco alta sopra la traversa. Al 16’ Franzoni corre sulla fascia destra e crossa in centro, deviato in angolo in extremis.

Al 19’ Giana in pressing nell’area del Padova, palla che viene recuperata da Pinto, il quale da fuori area va alla conclusione di potenza, di poco oltre la traversa. Al 20’ ancora Giana in avanti con Lamesta, che lotta sulla palla e lancia Franzoni, il quale crossa al centro dell’area per Verde, che si scontra con Delli Carri, in anticipo di un soffio. Al 21’ arriva il gol della Giana: Marotta dai trequarti di destra crossa in area, dove svetta Franzoni di testa ad insaccare il suo sesto gol in campionato. Al 34’ traversone di Varas per il colpo di tacco di Bortolussi, sul fondo.

Al 36’ cambio obbligato per mister Torrente, Dezi è costretto a lasciare il campo, al suo posto Cretella. Al 40’ Caferri trova un corridoio centrale, scatta e va alla conclusione, Donnarumma respinge a mani aperte. Al 43’ Fall lotta su un pallone e passa a Franzoni, che sfugge sulla destra e crossa in mezzo, dove lo stesso Fall salta e conclude di testa, di poco alla sinistra di Donanrumma. Al 47’ primo angolo del match pe ril Padova, cross in area, Delli Carri di testa manda a lato.

Al rientro in campo dopo l’intervallo il Padova effettua un doppio cambio: entra Zamparo per Palombi e Capelli per Radrezza. Si riparte e al 4’ punizione per la Giana sulla trequarti di destra: Lamesta calcia in area, Franzoni di testa spizza all’indietro, Donnarumma blocca a terra. Al 10’ Caferri riceve palla da Pinto e parte sulla sinistra, si accentra e conclude con una palla sporcata dalla difesa, che finisce tra le mani di Donnarumma. All’11’ punizione centrale per il Padova dai 25 metri: Cretella calcia diretto in porta, nessun problema per Zacchi.

Al 14’ per il Padova esce Varas per Crisetig. Al 16’ cross di Belli per Capelli, che gira a rete, ma c’è la deviazione in corner. Al 18’ occasione per la Giana con Fall, che in contropiede arriva a distanza ravvicinata da Donnarumma, che coi piedi gli para una conclusione in diagonale, deviandola in angolo. Al 21’ primo cambio per la Giana, che inserisce Mbarick Fall per Verde. Al 23’ Zacchi blocca la conclusione al volo di Liguori, che aveva agganciato il traversone di Crisetig.

Al 26’ ultimo cambio per il Padova: Favale per Villa. Al 30’ cambio obbligato per la Giana: Maguette Fall ha la peggio in uno scontro di gioco e deve lasciare il campo, al suo posto Perna. Al 32’ punizione dalla destra per il Padova, Cretella calcia direttamente in porta, Zacchi coi pugni respinge. Al 38’ per la Giana entra Ballabio al posto di Pinto. Al 39’ Bortolussi di testa aggancia un cross dalla destra e conclude alto di poco.

Al 42’ raddoppio della Giana con la doppietta di Franzoni: stop di Perna, Franzoni arriva in corsa e aggancia il pallone, si invola sulla fascia destra e con un tiro a incrociare batte Donnarumma per la seconda volta. Al 47’ punizione dalla sinistra per il Padova, Zacchi vola e con una mano allontana.”

(Comunicato Giana Erminio)

GIANA ERMINIO-PADOVA 2-0

Giana Erminio (3-4-1-2): Zacchi; Ferrante, Piazza, Minotti; Caferri, Marotta, Pinto (Ballabio 38’ st), Lamesta; Franzoni; Verde (Mbarick Fall 21’ st), Maguette Fall (Perna 30’ st). A disp: Pirola, Magni, Boafo, Groppelli, Acella, Francolini, Messaggi, Corno. Allenatore: Andrea Chiappella

Padova (4-3-3): Donnarumma; Belli, Delli Carri, Faedo, Villa (Favale 26’ st); Dezi (Cretella 36’ pt), Radrezza (Capelli 1’ st), Varas (Crisetig 14’ st); Liguori, Bortolussi, Palombi (Zamparo 1’ st). A disp: Mangiaracina, Zanellati, Perrotta, Fusi, Crescenzi, Bianchi, Kirwan, Tordini. Allenatore: Vincenzo Torrente

Direttore di gara: Filippo Giaccaglia di Jesi. Assistenti: Giulia Tempestilli di Roma 2 e Fabio Catani di Fermo. Quarto ufficiale: Paolo Isoardi di Cuneo

Marcatori: Franzoni (G) 21’ pt e 42’ st

Recupero: 2’ pt, 4’ st

Angoli: 2-6

Ammoniti: Ferrante (G) 33’ pt, Piazza (G) 40’ pt, Varas (P) 5’ st, Franzoni (G) 13’ st, Mbarick Fall (G) 32’ st, Liguori (P) 43’ st, Capelli (P) 43’ st, Lamesta (G) 43’ st

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giana Erminio non si ferma più: battuto anche il Padova secondo in classifica

MilanoToday è in caricamento