rotate-mobile
Calcio

Lo scontro salvezza tra Giana e Seregno finisce 0 a 0

Grazie al pareggio della Pro Sesto per entrambe le squadre resta viva la speranza salvezza

La Giana ha ospitato il Seregno nella 35ª giornata di campionato, in uno scontro diretto in chiave salvezza che non è andato oltre il pareggio a reti bianche.

Mister Contini dispone un 4-3-1-2 con Perico, Bonalumi, Pirola e Colombini schierati davanti a Zanellati; Vono, Panatti e Ferrari a centrocampo, con Acella dietro le punte, rappresentate da Perna e Tremolada.

Si parte e al 2’ il Seregno guadagna il primo corner della partita, ma l’azione si spegne con un fallo in attacco. Al 5’ bella azione di Tremolada, che riceve palla in profondità da Acella e dal limite prova la conclusione, che finisce tra le braccia di Tozzo. Al 6’ ancora Acella che parte da centrocampo palla al piede e si fa tutto il campo fino al limite, scartando due avversari e presentandosi al tiro, chiamando Tozzo alla respinta in tuffo.

Al 15’ Invernizzi da fuori area prova soluzione personale con una la conclusione dalla distanza, parata in due tempi da Zanellati. Al 32’ Giana vicinissima al gol con Tremolada, che aggancia il cross morbido di Perico e nella mischia in area aggancia da pochi passi, ma Tozzo riesce ad intercettare il pallone.

Al 33’ punizione per il Seregno dalla sinistra: Iurato calcia direttamente in porta, ma Zanellati blocca tra le mani. Al 35’ mister Contini costretto al primo cambio, sostituendo un acciaccato Colombini con Palazzolo, che si posiziona al posto di Vono, il quale prende il posto di Colombini sulla sinistra. Subito dopo punizione dalla destra per il Seregno direttamente in porta, uscita coi pugni di Zanellati.

Dopo l’intervallo rientrano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Si riparte e la Giana entra in campo con un pressing alto sin dai primi minuti. All’8’ il Seregno sostituisce Dell’Agnello con Balzano e Iurato con Bartolotta.

Al 17’ D’Ausilio sostituisce Ferrari per la Giana. Al 26’ triplo cambio per la Giana: Toure per Acella, A. Corti per Perna e Caferri per Tremolada. Al 31’ il Seregno sostituisce Cocco con Gomes e Jimenez con Signorile. Al 39’ punizione dai 30 metri sulla sinistra per la Giana, D’Ausilio calcia sul secondo palo, dove svetta Tozzo più in alto di tutti.

Al 40’ cambio per il Seregno, che inserisce Marino al posto di Invernizzi. Al 43’ su rimessa laterale D’ausilio aggancia e conclude sul primo palo, dove Tozzo con uno scatto di reni allontana con una mano. Al 50’ punizione per il Seregno dai 30 metri, Balzano calcia fuori.

GIANA ERMINIO-SEREGNO 0-0

Giana Erminio (4-3-1-2): Zanellati, Perico, Bonalumi, Pirola, Colombini (Palazzolo 35’ pt), Vono, Ferrari (D’Ausilio 17’ st), Panatti, Acella (Toure 26’ st), Tremolada (Caferri 26’ st), Perna (A. Corti 26’ st). A disp: Casagrande, Barazzetta, Magli, Piazza, Gaye, N. Corti, Messaggi. Allenatore: Matteo Contini

Seregno (4-3-1-2): Tozzo, Zoia, Cocco (Gomes 31’ st), Rossi, Solcia, Raggio Garibaldi, Jimenez (Signorile 31’ st), Dell’Agnello (Balzano 8’ st), Iurato (Bartolotta 8’ st), Gemignani, Invernizzi (Marino 40’ st). A disp: Lupu, Mandorlini, Galeotafiore, Cortesi, Aga, Vitale, Valeau. Allenatore: Maurizio Lanzaro

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scontro salvezza tra Giana e Seregno finisce 0 a 0

MilanoToday è in caricamento