rotate-mobile
Calcio

Rondodasosa, prima di essere un rapper, è stato il portiere del Milan

Il cantante, come raccontato da "Cronache di Spogliatoio", prima di sognare di riempire gli stadi di tutto il mondo ha sognato di giocare a San Siro

Negli ultimi anni, Mattia Barbieri, noto come Rondodasosa, ha scalato tutte le classifiche musicali, guadagnando dischi di platino e d’oro.

La sua carriera è decollata rapidamente, ma pochi sanno che sarebbe potuta finire in un modo completamente diverso, magari con la maglia del Milan addosso, almeno da quanto emerge da un racconto riportato da "Cronache di Spogliatoio".

La sua avventura calcistica è iniziata ai Gescal Boys, quando aveva solo 6 anni, nel ruolo di portiere. A quel tempo, il suo allenatore era mister Geroli, che intravedeva in lui delle potenzialità.

Come si può estrapolare dall’intervista all’allenatore, a un certo punto, mentre il tecnico allenava il Masseroni, il Milan decise di inserirlo nel reparto scouting. I rossoneri col tempo, stando vicino al nuovo talent scout, si resero conto del talento di Mattia, oltre che della sua imponente stazza fisica. Il giovane, quindi, effettuò alcuni allenamenti al Vismara, il centro sportivo rossonero ma successivamente non se ne fece nulla.

Oggi, Rondodasosa sogna di riempire stadi di tutto il mondo con la sua musica ma chissà, se le cose fossero andate diversamente…

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rondodasosa, prima di essere un rapper, è stato il portiere del Milan

MilanoToday è in caricamento