rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Serie C Girone A. Giana Erminio: l’ex Sasa’ Bruno annuncia il ritiro a 42 Anni

Sasà”, classe 1979, dopo 24 anni di carriera e oltre 200 goal, si arrende dopo alcuni infortuni

Il calcio giocato non è solo quelli dei campioni inarrivabili, ma ci sono infiniti rivoli che riconducono a uomini - e donne - che sperano di realizzare il sogno di una vita, attraverso una passione che, se genuina, li accompagnerà per tutta la vita.

Difficile arrivare in cima, ma anche chi ci riesce, se la passione di cui sopra è cristallina, accetterà di scendere qualche gradino, pur di continuare l’attività. E poi, per tutti, arriva lo stop per raggiunto limite anagrafico.

Una lunga introduzione per sottolineare l’importanza di un fresco ritiro, quello di Salvatore “Sasà” Bruno, ex, tra le tante squadre più o meno importanti, del Giana Erminio (team partecipante al girone A della serie C.)

“Sasà”, classe 1979, dopo 24 anni di carriera e oltre 200 goal, ha deciso di appendere le scarpe al chiodo.

Attualmente giocatore dell’Agazzanese (Eccellenza, girone A dell'Emilia-Romagna), team con cui aveva iniziato il campionato, si è arreso ad una lunga serie di infortuni che ne hanno minato continuità e rendimento.

Un po’ di cifre, tanto per comprendere la sua caratura.

200 reti nei professionisti (48 segnati proprio con la Giana Erminio nel corso di tre anni), settimo realizzatore di sempre della serie B (98 reti, oltre ad un'ulteriore rete segnata nei play-out) e, tanto per gradire, una ventina di reti tra serie D ed Eccellenza.

Serie A, Coppa Italia, Coppa Uefa, l’esordio con il Napoli nel 1998 (la sua città) davanti a 60 mila persone, sono questi i ricordi indelebili.

Umiltà e spirito di sacrificio non sono mancati neppure nelle serie minori, perché il segreto è quello di calarsi di volta in volta nelle nuove mentalità, sicuramente differenti a seconda della categoria e della cultura di lavoro specifica.

Nessun rimpianto, ora inizia una nuova vita, carica di incognite professionali ma con una certezza, quella che di poter godere maggiormente della famiglia, quella che il calcio itinerante, professionista e non, tende a mettere a lato, nell’ottica di una coesistenza a volte faticosa e insopportabile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C Girone A. Giana Erminio: l’ex Sasa’ Bruno annuncia il ritiro a 42 Anni

MilanoToday è in caricamento