rotate-mobile
Sport

Calciomercato Milan, Cerci e Poli sempre più nel mirino di Galliani

A centrocampo sono però diversi i rebus da sciogliere e due i contratti in scadenza. A breve un incontro fra Galliani e Ambrosini chiarirà se dopo 17 stagioni c'è ancora posto per il capitano rossonero

Un difensore, un centrocampista e un attaccante esterno. Il mercato del Milan non è ancora decollato ma Adriano Galliani ha già in mente in quali ruoli va ritoccata la rosa, proseguendo la linea del ringiovanimento e facendo i conti con un budget che non consente follie nemmeno questa estate. Di certo sarebbe utile fare cassa cedendo due pezzi pregiati come Robinho e Boateng.

Il brasiliano da gennaio spera di tornare a San Paolo dalla famiglia e anche se il suo agente Mino Raiola (che ha inserito in scuderia un altro milanista, Niang) il rendimento dei suoi ultimi mesi potrebbe spingere il Milan ad abbassare l'asticella fissata a 10 milioni di euro che durante il mercato invernale ha scoraggiato il Santos. 

Circa 15 milioni di euro è invece la valutazione di Boateng, risorse che potrebbero essere investite per acquistare un attaccante esterno destro di ruolo (Bojan non sarà riscattato), e non adattato come il centrocampista ghanese, che ha ammiratori in Premier e in Bundesliga. Galliani tiene d'occhio Cerci, reduce da un campionato brillante, e nella trattativa con il Torino potrebbe essere inserito il giovane Salamon, che con il Milan da gennaio ha fatto solo panchina. E piace anche Biabiany della Sampdoria. 

MILAN: TUTTE LE TRATTATIVE

Intanto nel reparto d'attacco dovrebbe trovare spazio Saponara, seconda punta classe '91, protagonista in serie B con l'Empoli, da cui Galliani ha acquistato metà cartellino (l'altra metà è del Parma). È facile immaginare che a Milanello arriverà anche un centravanti per colmare il buco lasciato da Pazzini, fermo per cinque mesi dopo l'intervento al ginocchio destro. Si fanno già i nomi di Bianchi, che sembrava a un passo dal Genoa, Denis, Toni. Un'alternativa all'usato sicuro è già pronta in casa, perchè Petagna sarà promosso dalla Primavera alla prima squadra assieme a Cristante, considerato la riserva di Montolivo come playmaker davanti alla difesa. 

A centrocampo sono però diversi i rebus da sciogliere e due i contratti in scadenza. A breve un incontro fra Galliani e Ambrosini chiarirà se dopo 17 stagioni c'è ancora posto per il capitano rossonero, che altrimenti è molto tentato da un'offerta negli Stati Uniti. In scadenza è anche Flamini, che con Allegri ha giocato poco e sarebbe già entrato nel mirino dell'Inter. La sorte di Ambrosini e Flamini influenzerà i discorsi già avviati da Galliani con la Sampdoria per Poli e con il Genoa per Kucka. 

In difesa hanno convinto Constant e Zapata: il primo sarà riscattato dal Genoa, il secondo è già stato riscattato dal Villareal. Assieme al colombiano, l'altro centrale titolare sarà Mexes, finchè Galliani non troverà un'alternativa valida, e intanto alle loro spalle sarà utile l'esperienza di Bonera che, corteggiato anche dalla Juventus, ha rinnovato fino al 2015. Scontato era anche il prolungamento del contratto di Abbiati, che con le sue parate decisive anche quest'anno ha mostrato di meritarsi la 'polizza a vità rossonera. 


 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Milan, Cerci e Poli sempre più nel mirino di Galliani

MilanoToday è in caricamento