Sport

Dossier Calciopoli, l'ira di Moratti: "Parole inaccettabili"

"Un attacco grave e assolutamente inaccettabile. Bruttissimo che venga tirato in ballo Facchetti". Così Massimo Moratti sui presunti illeciti sportivi interisti nell'ambito di Calciopoli, paventati da Palazzi

Dopo le dichiarazioni del procuratore federale Stefano Palazzi sugli illeciti sportivi attribuibili all'Inter (e alle presunte pressioni sugli arbitri di Facchetti, ora deceduto) nel dossier Calciopoli, arrivano le risentite dichiarazioni del patron dei nerazzuri, Massimo Moratti: "Un attacco grave e assolutamente inaccettabile".

"Non c'é nessun elemento nuovo: stanno giudicando quello che si era già visto e che qualcun altro aveva giudicato poco consistente e poco importante - ha sottolineato Moratti -. E' un attacco pesante nei confronti della società, totalmente inaccettabile. Palazzi si sbaglia". Il presidente dell'Inter ha poi definito "di cattivissimo gusto il fatto che si coinvolga Facchetti: è una persona che non c'é più e che io ammiro e stimo per la sua onestà. Non stimo invece chi ha fatto queste cose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dossier Calciopoli, l'ira di Moratti: "Parole inaccettabili"

MilanoToday è in caricamento