menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cessione Inter: Thohir annuncia risultati nei prossimi giorni

Stiramento per Milito, l'argentino si ferma per circa un mese

Il momento delle firme non e' ancora arrivato. La trattativa tra Massimo Moratti ed Erick Thohir e' alle battute conclusive, anche se il magnate indonesiano e l'attuale presidente dell'Inter sono divisi da migliaia di chilometri tra Milano e Giacarta e gli studi legali lavorano contro le difficolta' del fuso orario per consegnare alle parti il contratto definitivo. ''Gli avvocati sono al lavoro, credo arriveranno dei risultati nei prossimi giorni'', ha dichiarato Thohir a margine di un incontro a Giacarta. 

Una volta conclusa l'operazione, che prevede il passaggio del 70% dell'Inter alla holding guidata dall'indonesiano e dai soci Roeslani e Soetedjo, l'attenzione si spostera' sul ruolo che Moratti manterra' all'interno del club. ''Vedremo se restera' presidente o no, lo decideremo nel Consiglio d'amministrazione'', ha confermato Thohir. In realta' sara' l'assemblea dei soci del 28 ottobre, come da comunicazione odierna, a ratificare la composizione del prossimo Cda e la nomina del nuovo presidente, carica che il nuovo azionista di maggioranza ha offerto all'attuale proprietario. 

Se il 'signing' non arrivera' entro breve, pero', la societa' sara' costretta a indire una nuova assemblea a stretto giro di posta per sancire il passaggio di consegne. In attesa di sviluppi Massimo Moratti potrebbe assistere sabato al test amichevole organizzato dall'Inter contro il Locarno.

Gli svizzeri affronteranno alle 15 i nerazzurri privi dei tanti nazionali e di Diego Milito, costretto ieri a lasciare l'allenamento e sottoposto oggi agli esami strumentali. A causa di uno stiramento al retto femorale della gamba sinistra stara' fuori per circa un mese, considerando anche la prudenza che lo staff medico avra' nei confronti di un giocatore appena tornato dopo sette mesi di stop. 

L'assenza dell'argentino rallenta il possibile passaggio al modulo con due punte, che Mazzarri difficilmente utilizzera' gia' dalla prossima trasferta a Torino. Al momento, infatti, l'unico attaccante disponibile alla Pinetina e' Ishak Belfodil, in rotta di collisione con il proprio commissario tecnico e quindi non convocato in nazionale (Palacio e Icardi sono in Argentina). Oltre all'algerino saranno in campo contro il Locarno giocatori come Samuel e Mudingayi: il primo e' stato bloccato durante la preparazione da un guaio muscolare, il secondo e' invece fermo da fine gennaio per la rottura del tendine d'Achille.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento