rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Crisi nera(azzurra): Inter ko 2 a 1 a Verona

Continua la crisi dei nerazzurri, che escono sconfitti per 2-1 dal Bentegodi. Benitez sempre più a rischio. Follia Eto'o: testata nel petto a Cesar non vista dall'arbitro, poi gol inutile ma stupendo

E adesso? Moratti, prima del match, aveva detto che avrebbe confermato Benitez anche in caso di sconfitta. Il ko è puntualmente arrivato a Verona e ora che si fa? L'impegno ravvicinato di Champions e l'ormai imminente Mondiale per club, costringono la Dirigenza nerazzurra a un momento di riflessione. L'Inter, che non vince da quattro turni, il Milan ora è a + 9 sui nerazzurri.

Va anche detto che Benitez ha gli uomini contati. Il cambio per riaddrizzare il match, oggi, è stato in favore di Alibec 19enne romeno. Bel prospetto, è vero, ma troppo acerbo per dare una marcia in più ai campioni d'Italia. A complicare la strada, poi, ci si è messo anche un Chievo bel messo in campo da Pioli che ha ritrovato il gol anche di Sergio Pelllissier, che quando vede Inter vede rosso. I padroni casa entrano subito in partita: Pellissier fa faticare Lucio, Costant e bravo tra le due linee e le geometrie di Marcolini sono perfette. Al 13' però è l'Inter a sfiorare il vantaggio: Eto'o pesca il taglio di Pandev, che smarca Sorrentino ma a porta vuota spara sul palo. Anche il destino è avverso ai nerazzurri. L'Inter però sembra in partita. Stankovic e Pandev si muovono molto, ed Eto'o è una spina nel fianco per la difesa clivense. Al 29' però arriva la prima doccia fredda: Pellissier anticipa tutti e sblocca il risultato con un gran colpo di testa su assist di Frey. L'Inter perde la testa ed Eto'o ne è il simbolo. Al  38' il camerunense punta Cesar e lo colpisce con una testata in pieno petto in stile Zinedine Zidane. L'arbitro e gli assistenti non vedono il gestaccio della punta dell'Inter che però non passa inosservato alle telecamere. Con questo brutto episodio si chiude il primo tempo.

Nella ripresa l'Inter prova d'orgoglio a reagire, ma c'è troppa confusione e al 53' Rigoni da due passi cerca il tapin vincente ma Stankovic è provvidenziale nel deviare di nuovo in corner e sventare il 2 a 0. Cambiasso, al rientro, non ce la fa più: al suo porto Nwankwo, classe '91 al suo esordio in Serie A. I nerazzurri non demordono. Al 63' Sorrentino con un miracolo smanaccia un tentativo di pallonetto di Stankovic. 5 minuti dopo il portiere del Chievo diventa Superman e disinnesca un bolide di Eto'o da distanza ravvicinata. Il forcing dell'Inter però non porta frutti, anzi all'82' è Moscardelli a chiudere il match e siglare il raddoppio per i suoi con un bel sinistro d'area anticipando Lucio. Al terzo minuto di recupero c'è tempo per una perla di Eto'o, che semina avversari come birilli e insacca il gol della bandiera. Una rete però che non serve a nulla. Il cielo è sempre più nero per l'Inter che incassa la seconda sconfitta consecutiva in campionato. Il Chievo con questa vittoria vola a 19 punti, uno in meno dei Campioni d'Italia.

TABELLINO


Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Andreolli, Cesar, Mantovani; Fernandes, Rigoni, Marcolini (20'st Guana); Constant (42'st Bogliacino); Thereau, Pellissier (23'st Moscardelli). A disposizione: Squizzi, Mandelli, Granoche, Sardo. All.: Pioli.

Inter (4-2-3-1): Castellazzi; Santon, Lucio, Cordoba, Zanetti; Stankovic (42'st Mancini), Cambiasso (10'st Nwankwo); Biabiany (23'st Alibec), Sneijder, Pandev; Eto'o. A disposizione: Orlandoni, Materazzi, Rivas, Natalino. All.: Benitez.

Arbitro: Rocchi di Firenze

Marcatori: 29' Pellissier (C), 37'st Moscardelli (C), 47'st Eto'o (I)
Ammonito: Thereau, Fernandes, Rigoni (C), Cordoba, Stankovic (I)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi nera(azzurra): Inter ko 2 a 1 a Verona

MilanoToday è in caricamento