Sport

Chievo-Milan 0-1 | Decide Montolivo. Champions più vicina

I rossoneri soffrono l'inizio arrembante dei padroni di casa, ma poi sbloccano con il gol dell'ex centrocampista della Fiorentina. Rossoneri momentaneamente secondi, a +6 sulla Fiorentina e a + 10 sull'Inter

Riccardo Montolivo

Una vittoria per Claudio Lippi ed Enzo Jannacci. Il Milan batte il Chievo e offre il proprio tributo a due grandi uomini, noncché due grandi tifosi rossoneri. Una vittoria che pesa, perché avvicina sensibilmente il Milan alla Champions League, complici le sconfitte di Fiorentina e Inter (ora a -6 e -10). 

NOVITA’ ROBINHO - Si gioca in un terreno particolarmente pesante per la pioggia, con il Chievo disposto da Corini con il consueto 5-3-2 pronto a trasformarsi in un 3-5-2 quando Frey e Dramè si propongono in avanti. Nel Milan si rivede Robinho che va a completare il tridente con Balotelli ed El Shaarawy. In difesa torna Bonera accanto a Mexes. Il Chievo attende e riparte, forte della grande aggressività dei due interni di metà campo, bravi a recuperare palla e a lanciare le due punte, Thereau e Paloschi.

Le prime potenziali occasioni sono tutte appannaggio dei gialloblu. Ritmi lenti invece nel gioco dei rossoneri, certificato dalle segnalazioni di offside in cui cade ripetutamente Robinho. Serve un calcio piazzato a scuotere i rossoneri. Al 24’ il Milan trova il gol, con Montolivo, bravo ad anticipare i lenti difensori clivensi e a ribadire in rete la difettosa respinta di Puggioni sulla punizione calciata da Balotelli (e procurata dallo stesso attaccante, ndr). Primo gol alla prima vera occasione per la squadra di Allegri.

Il Chievo prova a reagire, alzando il baricentro, e concedendo di fatto qualche spazio alle ripartenze dei rossoneri.  Balotelli si fa vedere ancora su calcio piazzato al 33’, e Puggioni per poco non si fa beffare nuovamente. La prima frazione scivola via come i tacchetti sul terreno viscido, il Milan amministra il gioco comodamente. Balotelli continua a sollecitare i riflessi di Puggioni su punizione, ma l’estremo difensore si disimpegna seppur con qualche apprensione.  

SECONDO TEMPO – E’ Stoian la novità in casa Chievo. Il giovane attaccante scuola Roma, rileva Guana infortunato. Gialloblu con tre punte. Il tema tattico resta lo stesso, con il Chievo voglioso, ma poco pratico. Ne beneficia il Milan, che può contare sul terzetto di centrocampo in grande spolvero, con Montolivo sontuoso, Ambrosini tornato su alti livelli, e Muntari, magari un po’ arruffone, ma anch’egli utile in fase di disimpegno. Balotelli e lo stesso Muntari cercano la gloria dalla distanza, il primo sull’ennesimo calcio piazzato, il secondo con una violenta conclusione larga. Anche il Chievo si fa vedere su calcio piazzato, con Andreolli che da pochi passi si fa anticipare da Abbiati.

La saga Balotelli-Puggioni, prosegue al 18’, bravo il portiere gialloblu a respingere in tuffo la bordata dell’attaccante rossonero su punizione. Al 21’ Robinho ben lanciato a rete da Montolivo, ha l’occasione di rendere significativa un’opaca prestazione, ma trova un attento Puggioni. La gara vive di fiammate, come quella che vede protagonista Luciano al 23’ (entrato per Frey), la cui grande conclusione mancina costringe Abbiati al grande intervento. Corini si gioca l’ultimo cambio, Pellissier per Paloschi. Nel Milan sale in cattedra El Shaarawy, con un paio di percussioni devastanti al 27’ e al 29’ (si salva la difesa in entrambe le occasioni). Al 30’ Puggioni in uscita evita il gol finale anticipando in uscita Ambrosini.

ROSSO DAINELLI – Le cose per il Chievo si complicano con l’espulsione di Dainelli per doppia ammonizione (intervento in ritardo su Balotelli), e con l’infortunio di Dramè, costretto a restare in campo nonostante la spalla fuori uso. La partita di fatto si conclude lì. C’è spazio per Niang che rileva un impalpabile Robinho. Al Milan basta il gol di Montolivo, una rete che vale molto più dei semplici 3 punti. Un gol che ha il sapore della Champions.

Chievo (5-3-2) Puggioni; Frey (18’st Lucinao), Andreolli, Dainelli, Cesar, Dramè; Guana (1’st Stoian), Rigoni, Cofie; Paloschi (28’st Pellissier), Thereau. A disposizione: Hauche, Squizzi, Sampirisi, Jokic, Papp, Acerbi, Seymour, Hetemaj, Luciano, Ujkani. All. Corini

Milan (4-3-3) Abbiati; Abate, Bonera, Mexes, De Sciglio; Montolivo, Ambrosini, Muntari; Robinho (39’st Niang), Balotelli, El Shaarawy. A disposizione: Gabriel, Niang, Antonini, Salamon, Yepes, Zaccardo Constant, Flamini, Nocerino, Traorè, Bojan, Amelia. All. Allegri

Arbitro: Celi di Campobasso

Marcatori: 24’ Montolivo (M)

Ammoniti: Balotelli (M), Dramè (C), Dainelli (C), Cofie (C), Cesar (C), Andreolli (C),

Espulsi: Dainelli (C) per doppia ammonizione 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo-Milan 0-1 | Decide Montolivo. Champions più vicina

MilanoToday è in caricamento