Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Legge sullo sport, il Cio: «A rischio le Olimpiadi invernali Milano-Cortina»

La lettera dell'organismo internazionale in concomitanza con la discussione della legge sullo sport che, secondo il Cio, minaccia l'autonomia del Coni

L'esultanza in piazza Aulenti dopo l'assegnazione dei giochi invernali

Le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026 a rischio. Concreto. Sarebbe un possibile effetto indiretto della nuova legge sullo sport in discussione in Parlamento, che toglierebbe autonomia al Coni e non rispetterebbe appieno le regole internazionali. Con la possibilità che il Comitato internazionale olimpico (Cio) sospenda l'Italia ed eventualmente faccia decadere l'organizzazione dei giochi invernali.

Video | Esultanza da stadio dopo assegnazione Olimpiadi

E' il contenuto di una lettera che lo stesso Cio ha inviato ai suoi membri italiani Franco Carraro, Ivo Ferriani e Giovanni Malagò, per esprimere preoccupazione sul progetto di legge attualmente al vaglio al Senato e promosso da Giancarlo Giorgetti (Lega) e Simone Valente (Movimento 5 Stelle). 

Diversi, come detto, i punti critici. Il Coni, ad esempio, dovrebbe decidere da solo un mutamento della governance interna, senza che sia il governo a farlo. E la sua attività non dovrebbe essere strettamente legata alle attività olimpiche, ma anche a promuovere «i valori dell'Olimpismo e incoraggiare lo sviluppo dello sport d'alta prestazione così come pure dello sport per tutti». E poi: no al controllo dei fondi, e di come vengono spesi dal Coni, da parte del governo. 

Video | L'assessore racconta le sue tre Olimpiadi invernali

Con la legge sullo sport voluta dal governo, questi punti sarebbero messi in discussione. Di qui la preoccupazione che il Cio chiede al Coni di trasmettere al Legislatore e che dev'essere piuttosto significativa se lo stesso Cio propone di organizzare un incontro a Losanna già per questa settimana.

Il Cio ha voluto essere molto preciso sulle possibili conseguenze per il nostro Paese, e non sarebbero delle migliori. L'organismo internazionale ha chiarito che è suo diritto adottare «la sospensione o il ritiro del riconoscimento del comitato olimpico». Ciò si tradurrebbe nell'esclusione dell'Italia dalle gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e dall'organizzazione delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Una scure pesantissima per lo sport italiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge sullo sport, il Cio: «A rischio le Olimpiadi invernali Milano-Cortina»

MilanoToday è in caricamento