Sport Duomo / Piazza della Scala

Sport di base, contributi del comune: più del doppio rispetto al 2014

Sale a più di un milione di euro lo stanziamento di Palazzo Marino dedicato allo sport di base

Fondi del comune per lo sport di base

Contributi più che doppi allo sport "di base" da parte del comune di Milano, rispetto al 2014. Il denaro andrà prevalentemente ai concessionari di impianti comunali e alle società sportive. In tutto, per il 2015, si tratta di un milione e 250 mila euro, contro i 540 mila euro stanziati nel 2014.

I finanziamenti saranno concessi attraverso un bando pubblico che verrà pubblicato a breve. Le aree d'intervento riguardano la sicurezza e l'agibilità degli impianti, ma anche la promozione dell'etica e della legalità nello sport, nonché l'organizzazione di eventi nelle piazze. 

Lo stanziamento dedicato all'attività sportiva giovanile sarà di 740 mila euro, 200 mila in più rispetto al 2014. I 109 soggetti che risultano concessionari sportivi del comune di Milano possono contare su 310 mila euro, di cui 100 mila come contributo di acquisto di un defibrillatore (anche retroattivo). E' bene ricordare che questo apparecchio è obbligatorio per legge. Altri 150 mila euro sono destinati ai concessionari per la gestione generale dei centri sportivi milanesi. 50 mila sono a copertura delle spese da sostenere per il certificato di agibilità del Coni. 10 mila euro sono destinati ai concessionari che promuoveranno il codice etico del comune di Milano.

«Dimostriamo quanto crediamo nel valore sociale dello sport e come possa essere determinante per una migliore qualità della vita della città. Sottolineo il contributo legato all'applicazione del codice etico, perché non vi può essere una sana cultura sportiva senza etica e senza legalità», ha spiegato Chiara Bisconti, assessore milanese allo sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport di base, contributi del comune: più del doppio rispetto al 2014

MilanoToday è in caricamento