rotate-mobile
Sport San Siro / Via Alessandro Fleming

"Un calcio alla pedofilia". Il comune manda la diffida: "Non sia coinvolta Lealtà Azione"

La manifestazione è organizzata da due Onlus, di cui una è 'sospettata' di legami col movimento di estrema destra

La manifestazione "Un calcio alla pedofilia" si può fare, ma non deve coinvolgere alcuna associazione collegata a Lealtà Azione, movimento di estrema destra. Questa la diffida ufficiale inviata dall'assessore allo sport Chiara Bisconti alla Us Triestina, società concessionaria del centro sportivo di via Fleming a Quarto Cagnino. L'iniziativa, prevista per il 7 giugno, è organizzata da due Onlus, "La Caramella Buona" e "Branca Comunitaria".

"Mi risulta che Branca Comunitaria - scrive Bisconti nella lettera - sia collegata alla sigla Lealtà Azione, portatrice di contenuti violenti, incitamento all'odio razziale e ideologie xenofobe. Organizzazioni di tale sorta contrastano i principi costituzionali, oltre che la Legge Mancino, e sono incompatibili sia con Milano, città Medaglia d'Oro alla Resistenza, sia con l'azione quotidiana di questa amministrazione che contrasta ogni istigazione alla violenza e alla discriminazione".

Anche nel consiglio di zona 7 era "entrato" il tema, con una mozione presentata dal presidente della commissione sport Lorenzo Zacchetti a cui avevano aderito molti consiglieri di maggioranza e opposizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un calcio alla pedofilia". Il comune manda la diffida: "Non sia coinvolta Lealtà Azione"

MilanoToday è in caricamento