Sport

L'Armani non perde la testa e vince in Sardegna 69 a 54

Milano sbanca il PalaSerradimigni con un secondo quarto stellare, 4 punti concessi a Sassari, la squadra di Bucchi si aggiudica l'incontro

Milano non molla la testa della classifica, anzi continua a volare e batte a domicilio, per 69 a 54 la Dinamo Sassari. Ora la squadra di Bucchi attende la supersfida contro Roma, che sa di esame di maturità con la convinzione di poter ribaltare la tradizione negativa che negli ultimi undici anni la vede sempre sconfitta in casa contro i capitolini.

La gara si decide nel secondo quarto, quando Milano mette la freccia e Sassari non la prende più. I sardi rimangono agganciati al primo quarto grazie a Diener che parte forte e mette dentro cinque punti di fila, poi ci pensa la tripla di Devecchi a infiammare il Pala Serradimigni. Hawkins, fa fatica a trovare il canestro. Così ci pensano Mancinelli e Mordente, inspirati da Finley. L'americano ex Siena è il miglior marcatore della gara con 20 punti, a tenere l'Armani Jeans in scia. Il parziale di 23-4 a favore degli ospiti mette la parola fine a una partita che nei due quarti finali vede l'Armani amministrare il bottino e la squadra di Sacchetti incapace di riportarsi sotto.

MVP dell'incontro è  Finley, che trova le soluzioni migliori che tagliano le gambe ai sardi. Nel terzo quarto Milano tira il fiato e i padroni di casa provano a rientrare in partita con Hunter (15 punti) che si sveglia dal torpore dei primi venti minuti e regala ai tifosi di casa l'illusione che la gara non sia finita. La parola fine la scrive ancora  Finley con una tripla a 4 minuti dal suono della sirena. L'ultimo minuto il pubblico di casa regala alla Dinamo una standing ovation: un abbraccio e un grazie per aver provato a fermare una squadra che, rispetto ai sardi, è apparsa di un altro pianeta. 

Ecco il video degli highlights del match tratto da Sky Sport:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Armani non perde la testa e vince in Sardegna 69 a 54

MilanoToday è in caricamento