Dirette Streaming

Milan-Inter diretta streaming: dove vedere il derby

Milan e Inter si giocano una fetta importante di stagione nel derby della Madonnina

Repertorio

Milan-Inter si sfidano domenica 17 marzo alle 20.30, nel derby della Madonnina. Al derby  le squadre arrivano con umori diametralmente opposti. Con il Milan che arriva da ben 13 risultati positivi consecutivi, tra campionato e Coppa Italia, con unica sconfitta contro la Juventus durante la finale di Supercoppa Italiana. E l'inter, complice il caso Icardi, che è stata appena eliminata dalla Europa League e che in campionato non è riuscita a trovare quella costanza necessaria per restare al vertice.

Derby Milan-Inter: la diretta live della partita

Derby da record: lo vede l'intero pianeta

Derby da record, nonostante non si giochi certo per vincere lo scudetto, la gara tra Milan e Inter di domenica 17 marzo ha catturato l'attenzione di decine di migliaia di appassionati.

Ecco i video dei gol e la sintesi della partita

Record di incasso per la Serie A con oltre 5,7 milioni di euro. La stracittadina numero 223 corre verso il sold out: restano invenduti solo mille tagliandi nel settore ospiti. Saranno più di 4mila i tifosi stranieri e saranno oltre 590 i Milan Club presenti sugli spalti, il più lontano dei quali proveniente dal Barhein. Il derby sarà trasmesso in 200 Paesi.

Tutta esaurita la tribuna stampa, con oltre 600 persone accreditate, fra cui 260 giornalisti. All'esterno di San Siro, in linea con lo slogan dedicato alla gara ('Join The Flame'), verranno proiettati fasci di luce per ricreare l'effetto fuoco.

Prima della gara si esibirà il rapper Ghali. All'intervallo Abbiati, Ambrosini, Cafu, Dida, Inzaghi, Nesta e Oddo presenteranno, insieme al presidente Paolo Scaroni e all'ad Ivan Gazidis, le speciali maglie con cui la formazione Milan Glorie giocherà ad Anfield il prossimo 23 marzo contro le Liverpool Legends.

Derby, come arriva l'Inter: Spalletti

''Il derby annulla qualsiasi pronostico e valutazione, ma perderlo può creare problemi a livello mentale, può lasciare scorie. Per questo proveremo a vincere''. Lo ha detto il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti, nella conferenza stampa alla vigilia del derby contro il Milan.

''Di partite ce ne sono ancora tante, c'è margine per non farla diventare decisiva - ha proseguito -. Il Milan è forte, gioca un buon calcio ed è ben allenato, ma noi siamo dietro solo di un punto. Il danno sarebbe non credere di essere all'altezza, ma non è il nostro caso''.

 "Per noi l'obiettivo è entrare tra le prime quattro, se possibili terzi o secondi. Ma la cosa fondamentale è entrare nelle prime quattro e qualificarci in Champions", ha aggiunto Spalletti.

"Dispiace per la sconfitta in Europa League - ha aggiunto -. Ora è fondamentale che la squadra riacquisti le capacità di giocare e lottare, anche se c'è poco tempo. Nainggolan? Non sarà in panchina, non ci sarà nessuna sorpresa, mentre Brozovic si è allenato normalmente, pensiamo di poterlo usare".

Derby, come arriva il Milan: Gattuso

"Non sono abituato a guardare in casa d'altri, devo pensare alla mia squadra, ai problemi che abbiamo e alle cose positive che facciamo. Non sono nello spogliatoio dell'Inter, penso solo al mio. Chi fa questo mestiere sa di essere sempre in discussione".

Il tecnico del Milan Gennaro Gattuso, alla vigilia del derby, commenta le voci su Spalletti a rischio esonero in caso di ko. "Io ho sempre pensato solo a lavorare e agli obiettivi, dice. Se mi fossi messo a pensare alle voci su di me, avrei perso energie. Non ho mai pensato all'esonero, ma solo a mettere in campo la migliore squadra per vincere. Guardate quante ne hanno dette a Allegri dopo l'andata con l'Atletico,poi tutti si sono rimangiati quanto avevano detto".

Gattuso non parla di "rivincita personale", non vuole cadere nel 'giochetto' che sarà "tutto facile e tutto bello" e fissa l'obiettivo: "Dobbiamo continuare a credere nel nostro obiettivo, fare risultati, credere di tornare in Champions. Il 2/o posto? Il Napoli ha un buon margine".

Derby, il caso Icardi

Anche, Gennaro Gattuso, parla del caso Icardi: "Su Icardi mi viene difficile rispondere. Per come vedo il calcio io, per come vivo lo spogliatoio, anche il più forte al mondo deve avere rispetto per gli altri. E quando qualcuno manca del rispetto dovuto io posso diventare il più cattivo al mondo. E per rispetto parlo del giocatore, di chi lo rappresenta e di chi lo circonda. A me piace parlare in faccia, è meglio mandarsi a qual paese, non parlarsi due giorni e poi mettere il rancore da parte".

La diretta streaming della partita

La partita, fischio d’inizio alle ore 20.30 di domenica 17 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan-Inter diretta streaming: dove vedere il derby

MilanoToday è in caricamento