Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Eurolega: Ea7 sconfitta al Pireo

I ragazzi di coach Banchi sono stati sconfitti dall'Olympiacos. Dopo quaranta minuti di gioco il tabellone segnava 81-58 a favore della formazione greca

L'Olimpia al Pireo (foto y2nsop/Instagram)

L’Olimpia gioca un bel primo tempo al Pireo ma non ha la continuità al tiro e in difesa per reggere l’urto di un Olympiacos in grande forma. La difesa è esemplare nel primo quarto e quando l’attacco macina gioco l’EA7 riesce a prendere sette punti di vantaggio giocando veramente bene. Però non dura: quando la difesa dell’Olympiacos sale di colpi, ci sono troppi errori al tiro, non tutti forzati dagli avversari (come i troppi liberi sbagliati), e alla lunga l’Olympiacos va in ritmo al tiro inizialmente con Pettway poi con Lojeski, Lafayette e anche Printezis. A quel punto reggere l’urto è complicato con una situazione falli grave (vedi i quattro di Samuels a inizio del terzo periodo). Ne nasce una sconfitta falsa nelle proporzioni ma dolorosa, 81-58. La prossima di Eurolega, venerdì 16, sarà a Malaga.

IL PRIMO TEMPO – Un fallo in attacco fischiato a Samuels su Spanoulis (in sospetto flopping) genera subito un fallo tecnico a Coach Banchi. L’Olympiacos va avanti 4-0 (gioco da tre punti di Pettway) prima che Melli rompa il ghiaccio da tre. Gentile dalla linea sigla il pareggio a quota 7 quando l’Olimpia ha difeso meglio di come ha tirato, forzando l’Olympiacos a prendersi diversi tiri allo scadere dei 24” in situazioni difficili. Il primo vantaggio dell’Olimpia lo firma Samuels con un tap-in (11-10). James allunga a più due; Melli a più tre e Brooks con un lungo jump da circo chiude il primo quarto sul 18-13 per l’EA7. Il massimo vantaggio sale a sette punti con un gran jumper di Gentile in avvio di secondo quarto. L’Olympiacos risponde con la panchina: Hunter (schiacciata), Sloukas (tear-drop) e Lafayette (tripla). Il 7-0 vale il pareggio ma è cancellato da un altro jump ravvicinato di Gentile. L’Olimpia torna a più quattro, ma l’Olympiacos attacca con maggior precisione, piazza un 9-0 con una tripla di Sloukas dall’angolo che lo spinge avanti 31-26. I “reds” prendono anche sei punti di vantaggio, ma l’Olimpia resta lì, ci sono un canestro di rapina di Kleiza, uno di forza di Samuels e un mezzo gancio ancora di Kleiza. All’intervallo è 39-35 Olympiacos.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia non trova il canestro per tre minuti e mezzo all’inizio del terzo quarto. L’Olympiacos trova due triple di Brent Pettway e allunga con un 10-0 sul più 14; parziale interrotto da una tripla frontale di Gentile. Dopo segnano Moss dalla media e Gentile con un’entrata. Samuels commette il quarto fallo, in attacco, ma l’Olimpia si riavvicina a meno sette sul 51-44 e tre minuti da giocare nel terzo. Ma l’Olympiacos finisce meglio il terzo periodo (56-44) e i problemi offensivi proseguono nell’ultimo quarto. Errori al tiro ma anche dalla lunetta. Troppi contro una squadra che in casa sua concede pochissimo. La tripla di Printezis a sette minuti dalla fine cementa il più venti sul 66-46 e di fatto sancisce la fine della gara anche se l’Olympiacos ne approfitta per ampliare il divario fino ai 23 punti di scarto conclusivi (fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurolega: Ea7 sconfitta al Pireo

MilanoToday è in caricamento