rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Eurolega: l'Olimpia vince contro Maccabi. È pareggio, la sfida si sposta a Tel-Aviv

Dopo la beffa di mercoledì le red shoes hanno sconfitto il Maccabi giocando con intensità per tutti i quarnata minuti della gara

L’Olimpia ripete la prestazione di gara 1 ma questa volta lo fa per tutti i 40 minuti, non trema, trova sei uomini in doppia cifra, dà spettacolo, esplodono Kristjan Kangur e CJ Wallace e vince 91-77 contro il Maccabi (che perde per infortunio nel primo tempo Schortsanitis) pareggiando la serie. Grande notte al Forum, 12.331 spettatori, tutto esaurito ancora, prova offensiva memorabile e grande accortezza anche in difesa. Si riparte da Tel-Aviv lunedì per gara 3.

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia parte ispirata, va avanti 9-2 e 12-5 con cinque punti veloci di Keith Langford. Il Maccabi regge perché segna tre volte di fila con canestri pesanti (Ohayon e Blu) o giochi da tre punti (Schortsanitis). A metà del primo quarto il vantaggio dell’EA7 è ridotto a tre punti, 14-11, con Wallace che subentra a Melli. CJ segna un canestro di rapina, Moss ne fa un altro, l’Olimpia difende e allunga ancora, stavolta sul 23-15. Moss completa un primo quarto spettacolare rubando palla e assistendo Langford per la schiacciata del +10, 25-15. Alla fine del primo è 25-18 Olimpia, la brutta notizia è che Wallace ha già tre falli. Nel secondo quarto l’Olimpia trova i giochi in avvicinamento di Kangur che completa un gioco da tre punti e poi segna in mezzo gancio. Moss commette il secondo fallo, Jerrells segna cinque punti consecutivi. Ambedue le squadre bruciano presto il bonus. A tre minuti dalla fine del primo tempo, dalla lunetta Lawal spinge l’Olimpia sul 39-30. Il Maccabi prova ad avvicinarsi con un jump corto di Alex Tyus e poi un rimbalzo d’attacco di Tyus, ma la risposta sono due triple, una dall’angolo sinistro di Kangur e l’altra dalla stessa posizione di Cerella per il 45-34. Ancora Kangur a rimbalzo offensivo s’impone e segna, Lawal cancella tutto in difesa ed è 47-34 all’intervallo.

IL SECONDO TEMPO – Langford, Moss e Kangur con tre triple veloci all’inizio del terzo spingono l’Olimpia sul +15 del 56-41. Moss, indemoniato, segna anche dalla media poi prende fallo da Blu. Il massimo vantaggio tocca i 17 punti sul 58-41. Un tecnico a Coach Luca Banchi dopo due falli fischiati a Samuels e Jerrells nel tentativo di prendere sfondamento permette al Maccabi un parziale di 5-0. Samuels va al lavoro in post basso, si procura tiri liberi, ne mette quattro di fila e tiene l’EA7 avanti 63-49 a 1’48” dalla fine del terzo. Ma segnano Ingles da tre e Blu (jump lunghissimo e un libero) ricucendo a meno otto sul 63-55. Kangur strappa un rimbalzo d’attacco e serve a Jerrells il pallone della tripla che chiude il terzo periodo sul 66-55 Olimpia. All’inizio del quarto, Jerrells ruba palla e manda Melli a schiacciare, poi Wallace risponde ad una tripla di Blu con una lunghissima per il 71-58. Poco dopo ne mette una anche Jerrells ed è +16, nuovo massimo vantaggio Olimpia con 7’18” da giocare. Il distacco sale a 18 due volte, la seconda su una schiacciata contro la difesa schierata di Jerrells. Ma il Maccabi risponde ancora. Una palla rubata a metà campo produce il canestro di Landesberg del nuovo meno 10 con 3’38” da giocare. Rice tenta di accorciare ancora da tre ma Lawal esce sul perimetro e lo stoppa, Moss strappa il rimbalzo, prende fallo e mette due liberi per l’83-71. Poi è ancora Wallace a centrare il bersaglio dall’arco per il nuovo +13. L’Olimpia gioca con accortezza il finale, comandata da Jerrells e chiude tra gli applausi (fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurolega: l'Olimpia vince contro Maccabi. È pareggio, la sfida si sposta a Tel-Aviv

MilanoToday è in caricamento