Sport

De Falchi e l’omicidio mai dimenticato: finale di coppa Italia ad alta tensione per i milanisti

I tifosi rossoneri saranno sistemati nella curva Sud dell'Olimpico per la finale con la Juve. Ma quella è la "casa" dei romanisti, che non gli hanno mai perdonato la morte di De Falchi

Uno striscione della Sud milanista contro De Falchi

Possibilità di “scontri”, da quel tragico 4 giugno dell’89, ne hanno avute ogni anno. Due, o più volte, all’anno. Mai, però, qualcuno si era spinto in “casa” del nemico, con i prevedibili rischi del caso.  Si preannuncia una trasferta ad alta tensione, quella del prossimo 21 maggio, per i tifosi del Milan che seguiranno i rossoneri a Roma per la finale di coppa Italia contro la Juve

Venerdì, nel corso del tavolo tecnico svoltosi in questura nella Capitale, le autorità hanno deciso di aprire i cancelli alle 16 e hanno scelto di assegnare la curva Nord e la tribuna Tevere ai tifosi della Juve e di riservare la tribuna Monte Mario e la curva Sud ai tifosi del Diavolo. 

Questo vuol dire che i tifosi del Milan occuperanno il covo degli ultrà romanisti, con cui di certo non corre buon sangue. I rapporti tra le due tifoserie sono definitivamente precipitati proprio il 4 giugno del 1989, quando Antonio De Falchi - diciannovenne tifoso giallorosso - venne ucciso a pochi metri dal varco 16 di San Siro. Antonio, in compagnia di altri tre amici, cadde in un agguato di una trentina di tifosi avversari e morì, dopo essere stato picchiato brutalmente, per un infarto, dovuto anche ad una lieve malformazione cardiaca. Per la morte di De Falchi, che i tifosi della Roma hanno sempre ricordato, anche a fronte di qualche spiacevole provocazione rossonera - come in foto -, dopo anni di processi e testimonianze è stato condannato un solo tifoso rossonero a sette anni di reclusione. 

Forse, per evitare spiacevoli incidenti - o anche soltanto il rischio di voglia di vendetta -, sarebbe bastato invertire le due curve. Ma tant’è. 

Nella stessa riunione, però, le autorità hanno anche stabilito alcune misure organizzative e di sicurezza generali. “I tifosi del Milan in arrivo nella Capitale a bordo di pullman e mezzi propri - si legge nel comunicato della questura - sono invitati ad utilizzare i caselli autostradali di Roma Sud e Roma Ovest, quindi l’uscita del Grande Raccordo Anulare “Aurelia direzione centro””. Quindi, i milanisti in auto dovranno raggiungere il “punto di raccolta Cipro”, mentre i tifosi in pullman dovranno sostare nei “parcheggi su Lungotevere della Vittoria – Lungotevere Oberdan – Lungotevere della Armi – Lungotevere Flaminio”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Falchi e l’omicidio mai dimenticato: finale di coppa Italia ad alta tensione per i milanisti

MilanoToday è in caricamento